Trastevere ricorda il cinema

12 maggio 2015 12:28

“A Roma i cinema c’erano in tutti i quartieri. Però Trastevere era proprio pieno di cinema. Erano posti meravigliosi dove passavi tutto il pomeriggio”. L’importanza delle sale per la vita culturale di una comunità è il tema del cortometraggio di Fulvio Risuleo, a cui hanno partecipato Giuliano Montaldo, Gianni di Gregorio e Ivano de Matteo.

Il corto è nato in collaborazione con il gruppo di ragazzi che, nel novembre del 2012, ha occupato il cinema America a Trastevere, chiuso da decenni. Per quasi due anni la sala è stata un luogo di cultura e aggregazione per il quartiere, ma poi è stata sgomberata due anni dopo. Il gruppo continua le attività di sostegno alle sale storiche di Roma e sulla loro pagina Facebook è possibile seguire le loro iniziative (il 29 maggio i ragazzi del cinema America riceveranno un premio speciale dei Nastri d’argento proprio per il loro impegno nel promuovere il cinema in sala).

Fulvio Risuleo è un regista italiano. Nel 2014 il suo cortometraggio Lievito madre si è aggiudicato a Cannes il terzo premio di Cinéfondation. Quest’anno sarà a Cannes, alla Semaine de la critique, con il suo nuovo cortometraggio, Varicella.

pubblicità

Articolo successivo

Cosimo Gomez racconta una scena di Brutti e cattivi