Cinema

Aspettando i Golden globes

Guardando le candidature ai premi della stampa straniera di Hollywood ci piacerebbe immaginare che l’industria del cinema possa prendere una direzione più femminile. Leggi

I care a lot, trappole a norma 

La premessa del film di J Blakeson fa rabbrividire e ancora una volta Rosamund Pike è una malvagia perfetta. Leggi

pubblicità
Notizie dal mondo, i sentieri selvaggi dell’umanità (e dell’informazione)

Nel film di Paul Greengrass, Tom Hanks debutta nel più statunitense dei generi cinematografici accanto a Helena Zengel, una piccola grande attrice. Leggi

Il racconto intimo e anarchico di Hong Kong

Girato nel 1997, in un momento epocale per l’ex territorio britannico, Made in Hong Kong è stato prima ignorato e poi oggetto di culto per cinefili. Ora esce restaurato e più attuale che mai. Leggi

Énorme, naturalmente surreale

Sophie Letourner ha realizzato una farsa surreale che riesce a diventare qualcosa di simile a un documentario sulla gravidanza e il parto. Leggi

pubblicità
Le sfide della scuola raccontate sul piccolo e grande schermo

Molte delle serie per adolescenti ambientate a scuola sono costruite un po’ come i Peanuts: gli adulti non contano. Alcune eccezioni aiutano a riflettere anche i non addetti ai lavori. Leggi

La tigre bianca e la più grande democrazia del mondo

Il film di Ramin Barhani tratto dal romanzo di Aravind Adiga offre una descrizione sfaccettata dell’India contemporanea sospesa tra vertiginosa crescita economica e arretratezza sociale medievale. Leggi

Dieci film per rivivere le rivolte del Medio Oriente

Il cinema dei paesi arabi offre una ricca scelta di film che raccontano l’utopia delle rivoluzioni, riflettono sul potere delle immagini e permettono anche di sperare. Leggi

Family romance Llc, illusioni e bugie

Nel film di Werner Herzog il confine tra realtà e fantasia è sfumato. Ma stavolta non è solo colpa del regista tedesco. Leggi

One night in Miami, quattro ragazzi leggendari

Il film di Regina King, tratto dall’opera teatrale di Kemp Powers, è una lettera d’amore a quattro icone dell’America nera. Leggi

pubblicità
Dieci film per rivivere le rivoluzioni del Maghreb

Nel 2011 un’ondata di proteste ha stravolto la regione. Le immagini dell’epoca e le riflessioni dei registi raccontano un cambiamento lungo e profondo delle società arabe. Leggi

Pieces of a woman, dopo la tragedia

Nel film del regista ungherese Kornél Mundruczó una grande Vanessa Kirby interpreta un grande personaggio femminile. Leggi

Far esplodere i miti, cambiare idea, immaginare l’inimmaginabile

Quand’è che pure lo spettatore più disinteressato a certe idee di giustizia sociale o di correttezza verso gli altri comincia a sentirsi distante da alcune visioni patriarcali o razziste nei libri, nei film, nelle canzoni e nelle serie tv? Leggi

E giù botte. Film visti nel 2020

Fiabe, miti, leggende, acqua e gli orrori della realtà. Dieci film usciti nel 2020. Leggi

Isole, zombi e Citizen Kane. Tre film per il weekend

L’incredibile storia dell’isola delle Rose di Sydney Sibilia, Mank di David Fincher e Zombi child di Bertrand Bonello. Cosa guardare nei prossimi giorni. Leggi

pubblicità
In ricordo della cineasta guerrigliera Valentina Pedicini

A volte registe e registi usano un’espressione uno po’ abusata per spiegare come e perché sia nato un loro film. “È stata come un’urgenza”, dicono. Il cinema di Pedicini, morta a 42 anni il 20 novembre, era fatto davvero di urgenze. Leggi

Il gusto dell’incontro

Nemico dell’Io ma non dell’individuo, uomo moderno e alieno ai compromessi. Il documentario Suole di vento ripercorre la vita anarchica ma mai solitaria di Goffredo Fofi. Leggi

Elegia americana è uno dei peggiori film dell’anno

Il film, appena uscito su Netflix, racconta una storia di riscatto personale nell’America bianca e incattivita. Ma è una descrizione caricaturale di un mondo che Hollywood non riesce a comprendere. Leggi

Come mantenere viva la presenza delle persone scomparse in Siria

Aveva cominciato a girare un documentario sulla rivoluzione siriana con un uomo che poi è stato rapito ed è scomparso nel nulla, padre Paolo Dall’Oglio. La regista di Ayouni riflette sulle sparizioni forzate, una delle tattiche più crudeli usate dai regimi. Leggi

Benoît Delépine racconta una scena di Imprevisti digitali

“Qui abbiamo voluto fare un film di Ken Loach in meno di cinque minuti”, dice il regista della commedia francese sulle follie del mondo dei social network. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.