Cinema

I film più belli del festival di Cannes

La 70ª edizione del festival di Cannes non è stata così brutta come sostengono alcuni: solo che le aspettative della vigilia erano esagerate. Leggi

Cuori puri ha il coraggio di andare controcorrente

Il film di Roberto De Paolis è molto bello e presenta motivi di interesse cinematografico e sociale, perfino storico, per l’Italia di oggi. Leggi

pubblicità
Sergej Loznitsa ci porta in una Russia caotica e surreale

Finalmente i film belli in concorso sono arrivati. C’è anche David Lynch, con l’ultima stagione di Twin Peaks. Leggi

Ivan Silvestrini racconta una scena di 2night

“Questa scena rappresenta bene quanto sia stato complicato girare questo film”, dice il regista di 2night, una storia ambientata di notte tra le strade di Roma. Leggi

I sogni infranti di Ritratto di famiglia con tempesta

L’amara riflessione di Hirokazu Kore’eda sul tempo che passa e su quello che ci portiamo dietro invecchiando. I giovani sono invece i protagonisti di 2night di Ivan Silvestrini e di Cuori puri di Roberto De Paolis. Leggi

pubblicità
Roberto De Paolis racconta una scena di Cuori puri

“In questa scena il protagonista del film si trova di fronte allo sfratto dei genitori e si sente in colpa per non averli aiutati”, dice il regista di Cuori puri. Leggi

L’occasione mancata di Sofia Coppola

The beguiled, remake del film del 1971 di Don Siegel, firmato dalla regista newyorchese non fa decollare il concorso per la Palma d’oro della 70ª edizione. Leggi

Angelina Jolie e Netflix in Cambogia

Fa un certo effetto vedere ovunque in Cambogia grandi cartelloni pubblicitari che annunciano First they killed my father, il nuovo film di Angelina Jolie. Leggi

Il mediocre Happy end di Michael Haneke

Delude il film in concorso di Michael Haneke, mentre 120 battements par minute ci conquista. Leggi

La magia a metà di Wonderstruck

Grandi aspettative per la 70ª edizione del festival di Cannes. Wonderstruck di Todd Haynes inizialmente delude, ma alla fine si rivela un film imperdibile. Leggi

pubblicità
Alessandro Aronadio racconta una scena di Orecchie

Orecchie è un film pieno di tempi comici dilatati e silenzi portati all’eccesso”, dice il regista Alessandro Aronadio. Leggi

Get out e gli altri film del weekend

Il film di Jordan Peele è molto più di un horror divertente con un bel cast. In uscita anche The dinner di Oren Moverman. Leggi

Cannes, settant’anni portati bene

Un’edizione fra tradizione e novità: la presenza di grandi autori, la polemica sui film prodotti da Netflix e la grande incognita del film di Iñárritu. Leggi

Antonio Piazza racconta una scena di Sicilian ghost story

“All’inizio di questa scena la bambina Luna pesca sulla riva del lago dove è sparito il suo amico Giuseppe”, dice il regista di Sicilian ghost story. Leggi

Moglie e marito è una commedia ben riuscita

In una parola: bravi. Anzi, bravissimi Kasia Smutniak e Pierfrancesco Favino nella commedia dell’esordiente Simone Godano. Leggi

pubblicità
Di nuovo su I am not your negro

Qualche sottolineatura su un documentario che mette al centro la figura dello scrittore e intellettuale nero James Baldwin attraverso le sue stesse parole. Leggi

Hirokazu Kore’eda racconta una scena di Ritratto di famiglia con tempesta

“Questa scena mi fa provare grande nostalgia. Rivedo il rapporto che c’è stato tra me e mia madre”, dice il regista Hirokazu Kore’eda. Leggi

Emir Kusturica racconta una scena di On the milky road - Sulla via lattea

“In questa scena si sviluppa il ruolo, tipico della tragedia greca, della donna che commette errori e che porta la vicenda alla catastrofe”, dice Emir Kusturica. Leggi

Cannes contro Netflix

Netflix non cede alle richieste di Cannes di distribuire nelle sale francesi due film selezionati per il concorso. Leggi

La tenerezza ritrae una Napoli insolita e imperdibile

Con La tenerezza Gianni Amelio riesce a regalarci delle emozioni che, ormai, si provano raramente al cinema. Leggi

pubblicità