La raccolta delle olive in un campo abbandonato da parte di alcuni ragazzi della comunità Terre di Palike, in Sicilia. (Michele Lapini)
  • 11 Mar 2015 13.37

Genuino clandestino

11 marzo 2015 13:37

Genuino clandestino è una rete di comunità agricole che rivendica l’autodeterminazione alimentare contro la distruzione degli ambienti rurali tradizionali.

Il libro omonimo, Genuino clandestino, edito da Terra Nuova Edizioni, è un viaggio attraverso dieci insediamenti rurali e altrettante comunità che cercano di presentarsi come alternativa alla diffusione dell’agroindustria e di recuperare la sovranità alimentare nei loro territori, in contrapposizione al modello Expo 2015 che “si impone e devasta, estrae profitti per pochi dai nostri territori, minaccia il diritto alla terra, alla casa e al lavoro”, scrive il blog.

Le tre narrazioni - quella fotografica, quella del racconto e quella delle pratiche contadine - mostrano i possibili percorsi di autorganizzazione dal basso da parte di produttori e consumatori.

La stesura del libro ha richiesto nove mesi di lavoro per il viaggio dal Piemonte alla Sicilia, mentre i fotografi (Sara Casna e Michele Lapini) e le scrittrici (Roberta Borghesi e Michela Potito) seguivano i contadini rispettando i tempi del sonno e della veglia, del lavoro, delle stagioni. La postfazione del libro è di Wu Ming 2.

pubblicità

Da non perdere

Bye bye, Regno Unito. La nuova copertina di Internazionale
Cinque modifiche urgenti per la formazione degli insegnanti
Le foto vincitrici del premio Atkins Ciwem

In primo piano