Un manifestante marcia verso il parlamento di Brasilia. (Gustavo Gomes, Bloomberg/Getty Images)

Il Brasile contro il presidente

25 maggio 2017 12:35

Il presidente brasiliano ha ordinato lo schieramento dell’esercito a Brasília per proteggere i ministeri, presi d’assalto da centinaia di manifestanti. Alcuni dimostranti con il volto coperto si sono scontrati con la polizia, che ha risposto con gas lacrimogeni e granate stordenti. Tutti i ministeri di Brasília sono stati evacuati.

Le proteste sono cominciate dopo la pubblicazione sui giornali di alcune intercettazioni in cui si sente il presidente Michel Temer autorizzare il versamento di una somma per pagare il silenzio di Eduardo Cunha, ex presidente della camera, oggi in carcere per corruzione e riciclaggio. Apparentemente Cunha avrebbe potuto rivelare delle informazioni riguardo il coinvolgimento del presidente nello scandalo della Petrobras, la compagnia petrolifera nazionale. Alcuni parlamentari hanno presentato la richiesta di impeachment per Temer.

Le foto sono state scattate dai fotografi dell’agenzia Bloomberg Gustavo Gomes e Dado Galdieri a Brasília, il 24 maggio 2017.

pubblicità