Tracy grid (Blue to pink). Dalla serie Colour factory, 2017. (Sarah Cwynar)

Giovani fotografi al lavoro 

02 febbraio 2018 17:38

Sono stati annunciati i vincitori della quinta edizione del Photography grant on industry and work. Il concorso è dedicato ai giovani fotografi che hanno lavorato sul tema dell’industria e del lavoro, e sul loro ruolo nella società e sul territorio.

Quest’anno il premio è stato vinto dalla fotografa canadese Sara Cwynar e dal giapponese Sohei Nishino. Cwynar con il progetto Colour factory ha voluto indagare l’influenza che le immagini, soprattutto quelle commerciali, hanno sulla nostra vita, il modo in cui cambiano di significato e valore nel tempo, e l’effetto che hanno sul mondo femminile – specie nel rapporto tra corpo e bellezza.

Nishino ha invece presentato un reportage sul fiume Po, declinando un lavoro sull’acqua che ha svolto in altri progetti in giro per il mondo. Partendo dal Monviso, è andato a Torino e ha viaggiato verso il mar Adriatico, incontrando pescatori, donne e bambini. Tornato in Giappone ha poi sviluppato centinaia di rullini, tagliandoli e incollandoli su una gigantesca tela, da cui ha ricavato un paesaggio deformato.

Gli altri due finalisti del premio erano Mari Bastashevski e Cristobal Olivares. Bastashevski ha raccontato la crisi idrica di Flint, in Michigan, scoppiata nel 2014 e causata da un’alta quantità di piombo nell’acqua corrente. Olivares ha seguito le storie dei migranti domenicani arrivati in Cile. Il progetto comprende foto di uomini e donne che non mostrano il volto per paura di essere espulsi, e video in cui raccontano il viaggio nel deserto.

Le foto dei vincitori e dei finalisti saranno esposte a Bologna alla fondazione Mast, in una mostra curata da Urs Stahel fino al 1 maggio.

pubblicità