26 maggio 2020 15:15

Quali paesi europei stanno per riaprire le frontiere

Il 16 marzo, per limitare la diffusione del nuovo coronavirus, i paesi Schengen hanno deciso di chiudere le frontiere esterne e di proibire tutti gli spostamenti non essenziali all’interno dell’area. Nella maggior parte dei paesi i viaggiatori provenienti dall’estero per motivi validi devono restare in isolamento per 14 giorni. Il blocco è stato prorogato fino al 15 giugno, ma con l’avvicinarsi di quella data molti paesi hanno già annunciato i loro piani per revocare parzialmente o interamente le restrizioni, anche in vista della stagione turistica.

  • Austria A partire dal 15 giugno saranno riaperte le frontiere con i paesi vicini che hanno bassi tassi di contagio, come la Germania e la Svizzera. Quella con l’Italia per il momento resterà chiusa, ma ai cittadini di altri stati dovrebbe essere permesso di attraversare il territorio austriaco per raggiungere il nostro paese.
  • Belgio Entro la fine del mese dovrebbe essere annunciata la riapertura delle frontiere a partire dal 15 giugno.
  • Bulgaria Le frontiere con Grecia e Serbia dovrebbero riaprire dal 1 giugno.
  • Croazia Dall’11 maggio gli stranieri che possiedono proprietà o hanno barche ormeggiate nel paese, o che hanno prenotato hotel o noleggiato una barca, sono autorizzati a entrare senza sottoporsi a quarantena.
  • Estonia, Lettonia, Lituania Il 15 maggio i tre paesi baltici hanno dato vita alla prima “bolla” senza controlli, una soluzione proposta dalla Commissione europea per accelerare il ritorno alla libera circolazione. I cittadini dei tre paesi che non sono stati all’estero per almeno 14 giorni possono spostarsi liberamente all’interno della bolla.
  • Francia Le frontiere con la Germania e con la Svizzera dovrebbero riaprire il 15 giugno.
  • Germania La frontiera con il Lussemburgo è già aperta, e quelle con la Francia, l’Austria e la Svizzera dovrebbero riaprire il 15 giugno. Il 27 maggio però il governo esaminerà la proposta di estendere la riapertura ai cittadini di tutti i paesi dell’area Schengen.
  • Grecia Dal 15 giugno tutte le restrizioni sui viaggiatori provenienti dall’area Schengen dovrebbero essere revocate. I collegamenti internazionali dovrebbero riprendere a partire dal 1 luglio.
  • Italia Con il decreto del 15 maggio il governo ha stabilito che dal 3 giugno i cittadini dei paesi Schengen potranno entrare liberamente. Gli arrivi dagli altri paesi “potranno essere limitati solo con provvedimenti statali anche in relazione a specifici Stati e territori, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico”.
  • Paesi Bassi Dall’11 maggio i cittadini dei paesi dell’area Schengen possono entrare liberamente nel paese. Per tutti gli altri le restrizioni dovrebbero essere revocate il 15 giugno.
  • Spagna Il 25 maggio il ministro del turismo ha confermato che a partire da luglio i viaggiatori stranieri potranno entrare liberamente nel paese.
  • Svezia Le frontiere non sono mai state chiuse ai cittadini dell’Unione europea, per gli altri gli spostamenti non essenziali restano limitati almeno fino al 15 giugno.
  • Svizzera Le frontiere con Germania, Francia e Austria dovrebbero riaprire il 15 giugno.
  • Ungheria La frontiera con la Romania è già aperta, quella con l’Austria dovrebbe essere riaperta il 15 giugno.