◆ Quest’immagine, che guarda verso est poco dopo l’alba, è stata scattata da una fotocamera esterna ad alta definizione della Stazione spaziale internazionale (Iss). Al momento dello scatto la stazione stava orbitando sull’oceano Atlantico nordoccidentale, circa cinquecento chilometri al largo della provincia canadese della Nuova Scozia. In primo piano si vedono nuvole di dimensioni ridotte, costituite da colonne d’aria in ascesa piene di goccioline d’acqua. Sono note come nubi cumuliformi torreggianti e hanno uno sviluppo verticale.

Sullo sfondo ci sono intensi temporali, prodotti da un tipo di nube chiamata cumulonembo a incudine. Questa nube ha una superficie piatta che si sviluppa quando l’aria in ascesa raggiunge uno strato d’inversione, dove la differenza di temperatura le impedisce di salire ulteriormente. A quel punto la nube si espande orizzontalmente, a volte per decine di chilometri, assumendo la tipica forma a incudine. Al centro della foto due cumuli torreggianti hanno appena raggiunto lo strato d’inversione e hanno cominciato a espandersi orizzontalmente.

La fotocamera ha catturato i minimi dettagli delle formazioni nuvolose perché era rivolta in parte verso la fonte di luce. Questa tecnica fotografica esalta le ombre delle nuvole e sottolinea il contrasto con le cime più luminose e con i raggi solari riflessi dalla superficie del mare.–Nasa

Questo articolo è uscito sul numero 1450 di Internazionale, a pagina 99. Compra questo numero | Abbonati