Il parlamento belga ha approvato la legge proposta nel 2021 che abbassa l’età minima per votare alle elezioni europee a sedici anni. Le nuove regole varranno per tutti i cittadini europei residenti nel paese. Nell’Unione europea sono tre gli stati dove i minorenni possono votare a tutte le elezioni: Austria e Malta, dove l’età minima è sedici anni, e la Grecia, dove è stata portata a diciassette.

Questo articolo è uscito sul numero 1462 di Internazionale, a pagina 22. Compra questo numero | Abbonati