Il genoma di una settantina di lupi vissuti fino a centomila anni fa in Europa, Siberia e Nordamerica mostra una doppia discendenza del cane (Canis familiaris) dagli antenati del lupo grigio. Nel genoma dei primi cani e di quelli moderni si trovano tracce sia del Canis lupus dell’Eurasia orientale sia di quello dell’Eurasia occidentale. Come spiega Nature, nel complesso i cani sono più imparentati con gli antichi lupi siberiani. Ma non è ancora chiaro se ci siano stati due addomesticamenti distinti seguiti dalla fusione delle due popolazioni o, viceversa, un singolo addomesticamento in Asia seguito da incroci con lupi selvatici.

Questo articolo è uscito sul numero 1468 di Internazionale, a pagina 97. Compra questo numero | Abbonati