Come i ciclisti in strada, anche gli spermatozoi avanzano in gruppo per ottimizzare la corsa controcorrente verso l’ovocita, una strategia che permette ad alcuni di raggiungere il traguardo, scrive Frontiers in Cell and Developmental Biology. L’hanno scoperto alcuni ricercatori iniettando cento milioni di spermatozoi di toro in un tubo con un fluido che simula il muco dell’apparato riproduttivo femminile. Gli spermatozoi tendevano a unirsi in gruppi di due o quattro, avanzando in modo più ordinato e lineare rispetto a quelli solitari. In questo modo, quando il flusso era più forte, evitavano di essere trascinati via. L’avanzamento collettivo permetterebbe quindi di contrastare la resistenza del muco nella vagina e nella cervice, ma anche nell’utero, dove le contrazioni spingono i liquidi in varie direzioni. Nelle tube di Falloppio è possibile che gli spermatozoi si separino e facciano a gara per fecondare l’ovocita.

Questo articolo è uscito sul numero 1480 di Internazionale, a pagina 109. Compra questo numero | Abbonati