Il presidente del Venezuela ottiene poteri speciali per governare il paese

Nicolás Maduro può governare per decreto dopo che gli Stati Uniti approvano nuove sanzioni contro sette funzionari

Il presidente del Venezuela ottiene il potere di governare per decreto

16 marzo 2015 10:00

In Venezuela il parlamento ha approvato una legge che permette al presidente Nicolás Maduro di governare per decreto fino al 31 dicembre 2015. La richiesta di poteri speciali è arrivata dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni contro sette funzionari venezuelani, accusati di violazione dei diritti umani per la repressione delle proteste organizzate dall’opposizione nel 2014.

Per Maduro la necessità di poteri speciali deriva dalla minaccia posta dagli Stati Uniti, accusati di voler interferire con gli affari del paese. Il presidente dell’assemblea nazionale Diosdado Cabello, insieme a un gruppo di parlamentari, ha consegnato personalmente la nuova legge al presidente fuori dal palazzo presidenziale a Caracas, insieme a centinaia di cittadini che hanno manifestato con slogan “antimperialisti” contro gli Stati Uniti. Secondo Maduro la nuova legge gli concede il potere di “difendere la pace e la sovranità del Venezuela”. Per l’opposizione Maduro potrebbe usare la legge contro i suoi oppositori e sfruttare la questione diplomatica con gli Stati Uniti per accumulare poteri e distogliere l’attenzione dei cittadini dalla crisi economica. Bbc

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Un peso condiviso
Claudio Rossi Marcelli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.