Il partito di Benjamin Netanyahu ha vinto le elezioni in Israele

Il Likud, il partito di destra del premier Benjamin Netanyahu, ha vinto le elezioni israeliane. Con il 99 per cento dei voti scrutinati, il Likud ha raccolto 29 seggi, contro i 24 seggi del partito di centrosinistra Unione sionista, una lista congiunta composta dal Partito laburista e da Hatnuah

I risultati definitivi delle elezioni israeliane

19 marzo 2015 12:01

Il Likud, il partito di centrodestra del premier Benjamin Netanyahu, ha vinto in modo netto le elezioni israeliane. Lo confermano i dati diffusi stamattina dalla commissione elettorale. Il Likud ha conquistato 30 seggi, contro i 24 dell’Unione sionista, una lista congiunta composta dal Partito laburista e da Hatnuah. I risultati sono stati definiti “quasi definitivi” dalla commissione perché dovranno essere verificati, prima di essere pubblicati il 25 marzo.

Ecco la nuova composizione del parlamento israeliano:

  • Likud: 30 seggi (23,4 per cento dei voti)
  • Unione sionista (Partito laburista e Hatnuah): 24 seggi (18,6 per cento dei voti)
  • Lista araba unita (Hadash, Ual-Ta’al, Balad) : 13 seggi (10,5 per cento dei voti)
  • Yesh Atid: 11 seggi (8,8 per cento dei voti)
  • Kulanu: 10 seggi (7,4 per cento dei voti)
  • Casa ebraica: 8 seggi (6,7 per cento dei voti)
  • Shas: 7 seggi (5,7 per cento dei voti)
  • Israel Beitenu: 6 seggi (5,1 per cento dei voti)
  • Giudaismo unito della Torah: 6 seggi (5 per cento dei voti)
  • Meretz: 5 seggi (3,9 per cento dei voti)
pubblicità

Articolo successivo

I migliori album del 2018
Giovanni Ansaldo