Israele

Israele

Capitale
Gerusalemme
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Nuovo siclo israeliano
Superficie
La seconda morte di Razan al Najjar

Razan al Najjar aveva le mani alzate e stava cercando di avvicinarsi a un ferito steso a terra quando è stata colpita da un cecchino israeliano durante le proteste di venerdì 1 giugno nella Striscia di Gaza, al confine con Israele. Leggi

Le minacce degli aquiloni

A cosa servono gli aquiloni che esplodono? Sospetto che rallegrino gli abitanti di Gaza perché mettono in imbarazzo la più grande potenza militare del Medio Oriente, che non sa come fermarli. Leggi

pubblicità
La strada dei Samouni dà voce alle vittime palestinesi

Raccontando una strage avvenuta a Gaza nel 2009, Stefano Savona cerca e propone una solidarietà attiva con le vittime della storia, partendo dalla necessità del racconto, della spiegazione. Leggi

Verità e bugie sull’Iran

Il regime iraniano destabilizza il Medio Oriente, ma Donald Trump, Israele e i paesi sunniti sbagliano a voler imporre una prova di forza. Leggi

Addio scuola di gomme

La settimana scorsa l’alta corte di giustizia israeliana ha emesso il suo verdetto: la scuola ecologica della comunità beduina di Khan al Ahmar dev’essere demolita. Leggi

pubblicità
Cubetti di anguria

In una calda serata e dopo una giornata ancora più calda ci sono pochi argomenti di cui si riesce a parlare con gli amici. Leggi

Dopo il massacro di Gaza deve cambiare qualcosa

Il governo e buona parte degli abitanti di Israele si comportano da anni come se la questione palestinese non esistesse più, come se lo statu quo potesse durare in eterno. Leggi

Il sorriso di Ivanka Trump, il massacro dei palestinesi

Mentre Ivanka Trump inaugurava la nuova ambasciata a “Gerusalemme, Israele”, a Gaza decine di palestinesi venivano uccisi dall’esercito israeliano. Ma le vittime interessano a pochi, anche nei paesi arabi. Leggi

La spada di Israele

Mentre a Gerusalemme veniva aperta la nuova ambasciata statunitense, decine di palestinesi sono stati uccisi al confine con Gaza. È la vittoria di Netanyahu, della destra e dei nazionalisti israeliani. Leggi

I palestinesi non sono mai stati così soli

Il 15 maggio è l’anniversario della nakba, la catastrofe, per i palestinesi, e festa nazionale per Israele. Mai come oggi il destino dei due popoli è apparso così diverso. Leggi

pubblicità
Un altro Medio Oriente

Il festival ImageSingulières ospita una mostra dedicata ai lavori che i fotografi Andrea e Magda hanno realizzato negli ultimi otto anni in Medio Oriente. Leggi

Discriminazione per legge

Ecco una lista di leggi approvate o che stanno per essere approvate dalla knesset, il parlamento israeliano. Leggi

L’orgoglio di Israele per gli omicidi mirati

Dopo l’omicidio in Malesia del palestinese Fadi al Batsh nessuno ha accusato Israele di violazione della sovranità nazionale. L’opposto di quanto accaduto con la Russia dopo il tentato omicidio di Sergej Skripal. Leggi

Le mappe della pace

Israeliani e palestinesi hanno ignorato l’importanza delle carte geografiche che accompagnano i loro accordi. Un errore che ha pesato sul fallimento delle trattative. Un articolo dall’archivio di Internazionale. Leggi

A Gaza i cecchini israeliani sparano anche contro i giornalisti

Tra le vittime del 6 aprile ci sono anche Yaser Murtaja e altri reporter. Per la stampa araba è un crimine di guerra. Leggi

pubblicità
La marcia palestinese non finisce con la strage

L’esercito e i politici israeliani non hanno imparato la lezione della storia e considerano i palestinesi delle marionette di Hamas. Leggi

L’industria bellica israeliana ha prodotto migliaia di profughi

Israele contribuisce ad alimentare la devastazione in Sud Sudan. Questo caos ha prodotto una delle più massicce migrazioni del mondo. Leggi

Propaganda

Il 30 marzo nella Striscia di Gaza soldati e cecchini israeliani hanno sparato sulla folla, uccidendo diciassette palestinesi. Grazie a Twitter e WhatsApp, l’esercito ha fatto passare la sua versione dei fatti. Leggi

La nuova strategia dei palestinesi 

Si è aperta una nuova pagina della lotta palestinese. E gli israeliani non hanno potuto credere ai propri occhi. Leggi

Cosa spinge l’Arabia Saudita a riavvicinarsi a Israele

Il principe saudita Mohammed bin Salman ha appena riconosciuto il diritto degli israeliani a uno stato-nazione, ovvero a uno “stato ebraico”. Leggi

pubblicità