Haaretz

È un quotidiano israeliano.

Netanyahu va all’attacco e vince

Il Likud, come la Lista araba unita, ha conquistato elettori mantenendo una linea politica con un messaggio chiaro. Gli altri hanno esitato e si sono impantanati in dispute interne. Leggi

Il paese palestinese che non si arrende mai 

Da febbraio Nabi Saleh è tornato al passato e il posto di blocco israeliano all’ingresso del villaggio è di nuovo attivo. Gli abitanti avevano sospeso le manifestazioni, ma il piano di pace di Trump ha cambiato le cose. Leggi

pubblicità
In Israele libertà, uguaglianza e fratellanza non valgono per tutti

In Francia l’assemblea nazionale ha approvato una risoluzione che di fatto equipara l’antisionismo all’antisemitismo. Senza curarsi dei diritti dei palestinesi né di tutelare la libertà di criticare alcune conseguenze del progetto sionista. Leggi

Perché Israele continua a bombardare Gaza?

Molto sangue è stato versato e continua a essere versato: più di 30 palestinesi uccisi nella Striscia di Gaza, distruzione e paura da ambo le parti, e che non porteranno a niente. Leggi

Diamo ascolto a Mandela sull’apartheid israeliano

Il nipote ed erede politico di Nelson Mandela sostiene il boicottaggio contro Israele. E spiega perché non si tratta di antisemitismo. Leggi

pubblicità
Israele divide i palestinesi per controllarli meglio

Arkan aveva 15 anni ed è stato ucciso dai soldati israeliani per aver tirato un sasso contro una loro Jeep. Sajid è morto a 17 anni mentre soccorreva dei feriti. Erano cugini. Leggi

Per Israele è giunto il momento della verità

Martedì 9 aprile 2019 è nata la seconda repubblica di Israele. La prima ha ottenuto risultati impressionanti accompagnati da bugie e inganni. La seconda farà a meno di qualsiasi messinscena. Leggi

La destra nazionalista attacca gli arabi di Israele

Alle elezioni del 9 aprile si presentano partiti di destra e di centro che continueranno a discriminare ed emarginare gli arabi israeliani e i loro rappresentanti. Leggi

Il metodo Airbnb contro l’occupazione della Cisgiordania

L’azienda di affitti turistici ha spiegato che non ha bisogno di trarre profitto da bed and breakfast aperti sulle terre rubate ai palestinesi. Leggi

Il peccato originale degli accordi di Oslo

Venticinque anni fa a Washington furono firmati i primi trattati di pace tra israeliani e palestinesi. Ma nessuno si era reso conto che erano una trappola. Leggi

pubblicità
Le vittime che Israele vuole dimenticare

Madre e figlia sono state uccise in un raid israeliano nella città palestinese di Deir al Balah. Ma quasi tutti i mezzi d’informazione israeliani hanno ignorato la notizia. Leggi

I palestinesi hanno bisogno di molte Ahed Tamimi 

Il villaggio di Nabi Saleh e la famiglia Tamimi hanno guidato decine di proteste contro i coloni israeliani. Migliaia di persone potrebbero seguire il loro esempio. Leggi

La legge che dice la verità su Israele

Ora la legge parla chiaro: Israele è solo per gli ebrei, i suoi arabi sono cittadini di seconda classe e i suoi abitanti palestinesi non hanno statuto. Leggi

Per l’esercito israeliano la penna e la telecamera sono dei nemici

Una proposta di legge vorrebbe impedire di documentare quello che succede in Cisgiordania. Ma noi giornalisti abbiamo il dovere di violare questa legge, come ogni legge liberticida. Non smetteremo di scrivere, con tutta le nostre forze. Leggi

La spada di Israele

Mentre a Gerusalemme veniva aperta la nuova ambasciata statunitense, decine di palestinesi sono stati uccisi al confine con Gaza. È la vittoria di Netanyahu, della destra e dei nazionalisti israeliani. Leggi

pubblicità
L’orgoglio di Israele per gli omicidi mirati

Dopo l’omicidio in Malesia del palestinese Fadi al Batsh nessuno ha accusato Israele di violazione della sovranità nazionale. L’opposto di quanto accaduto con la Russia dopo il tentato omicidio di Sergej Skripal. Leggi

La marcia palestinese non finisce con la strage

L’esercito e i politici israeliani non hanno imparato la lezione della storia e considerano i palestinesi delle marionette di Hamas. Leggi

L’aereo abbattuto dai siriani fa vacillare le certezze di Israele

L’arroganza di Israele non è scomparsa il 10 febbraio – quando l’aviazione siriana ha colpito un suo aereo militare – ma di sicuro ha vacillato. Leggi

L’espulsione dei profughi africani è un test per la democrazia israeliana

Se il governo riuscisse a deportare migliaia di profughi, avrà un precedente che permetterà di trovare la scusa per cacciare i palestinesi dai territori. Leggi

La storia di un palestinese ucciso due volte

Abu Thuraya non è stato il primo, e non sarà l’ultimo, disabile palestinese ucciso dai soldati dell’esercito israeliano. Ma non importa a nessuno. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.