Almeno settanta vittime negli attacchi dei jihadisti nel nord del Sinai, in Egitto

Gli attacchi sono stati rivendicati dal gruppo Provincia del Sinai. Circa settanta jihadisti hanno attaccato simultaneamente cinque posti di blocco nel nord della penisola del Sinai e si sono scontrati con i soldati

L’esercito egiziano bombarda le postazioni dei jihadisti nel Sinai

01 luglio 2015 16:11

I cacciabombardieri F-16 dell’esercito egiziano hanno bombardato le postazioni dei jihadisti di un gruppo vicino allo Stato islamico nella penisola del Sinai. Circa cinquanta persone, tra soldati e jihadisti del gruppo Provincia del Sinai, sono morte negli scontri seguiti a una serie di attacchi contro posti di blocco militari nel nord del Sinai.

I bombardamenti hanno colpito le postazioni del gruppo nella città di Sheikh Zuweid, nel nord del Sinai, dove i jihadisti hanno minato l’area intorno a un commissariato per impedire l’arrivo dei rinforzi e hanno preso posizione sui tetti della zona per attaccare l’edificio.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti