Egitto

Egitto

Capitale
Il Cairo
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Lira egiziana
Superficie
L’ipocrisia dell’Egitto con le donne vittime di violenza sessuale

Negli ultimi mesi il governo egiziano ha incoraggiato le vittime e i testimoni a denunciare gli abusi sessuali. Ma poi li ha accusati di immoralità e depravazione per intimidirli e screditarli. Leggi

La diga che avvelena le relazioni tra Egitto ed Etiopia

I lavori sulla diga Grand ethiopian renaissance fanno salire le tensioni tra i paesi attraversati dal Nilo. I negoziati per un accordo sulla spartizione delle acque sono ostacolati dalla retorica bellicosa. Ma davvero scoppierà una guerra? Leggi

pubblicità
Problematici

Una legge approvata trent’anni fa in Italia vieta la vendita di armi a paesi in guerra o dove sono violati i diritti umani. Eppure armi italiane sono arrivate recentemente in Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e anche in Egitto. Leggi

Cosa c’è dietro all’accordo sulla vendita di armi tra Italia ed Egitto

L’intesa tra Roma e il Cairo è al centro delle discussioni in Medio Oriente. In molti sottolineano il ruolo del conflitto in Libia e dell’affare Regeni. Leggi

La bandiera arcobaleno continuerà a sventolare per Sarah Hegazi

Da Beirut al Cairo, le comunità lgbt del mondo arabo sono in lutto dopo l’annuncio della morte di una delle più note attiviste egiziane per i diritti omosessuali. Leggi

pubblicità
In Egitto c’è un’epidemia di arresti politici 

Una brillante matematica egiziana dorme a terra, davanti a una prigione di alta sicurezza, aspettando notizie del figlio in sciopero della fame. La giornalista che la va a intervistare viene arrestata, una star di TikTok imprigionata. Tutto in una settimana. Leggi

In Egitto un giovane regista è l’ultima vittima del regime

Shadi Habash è morto, il 2 maggio, a soli 24 anni nella prigione di massima sicurezza di Tora, al Cairo, per cause ancora ignote. La sua unica colpa era quella di aver girato un videoclip ironico sul presidente. Leggi

La crescita inarrestabile dell’apparato di polizia egiziano

Anche se l’esercito egiziano resta onnipotente, la polizia non è marginalizzata. I suoi poteri sono stati rafforzati durante gli ultimi anni del regime di Mubarak, e Al Sisi ha proseguito sulla stessa linea. Leggi

L’Europa non riuscirà a fermare l’arrivo di armi in Libia

L’Unione europea non sta lavorando alla soluzione di cui la Libia ha bisogno, ma non si sta nemmeno schierando con Haftar. Sta semplicemente facendo i suoi interessi nel Mediterraneo. Leggi

La libertà di stampa è indispensabile per combattere l’epidemia

In molti paesi del mondo aumentano i casi di censura sul numero di contagi. Allo stesso tempo l’informazione deve essere affidabile e di qualità e permetterci di distinguere il vero dal falso. Leggi

pubblicità
Il caso di Patrick Zaki e l’ambiguità delle relazioni tra Italia ed Egitto

A quattro anni dalla morte di Giulio Regeni, il giovane egiziano Patrick Zaki, studente a Bologna, è stato torturato dalle forze di sicurezza del suo paese. Questa volta l’Italia e l’Europa devono farsi sentire: questa volta, deve andare meglio. Leggi

La ricerca sul campo dopo l’omicidio di Giulio Regeni

Quattro anni dopo l’omicidio del ricercatore italiano, Minnena, curato da italiani e britannici, spiega cosa è cambiato nel settore della ricerca accademica e s’interroga sul senso dell’interesse nazionale. Leggi

Il regime egiziano prende di mira l’ultimo giornale indipendente

Ogni volta che c’è un’operazione dei servizi segreti, tutti – scrittori, politici, diplomatici che si occupano di Egitto – vanno a controllare su Mada Masr di che cosa si tratta. Ma questa volta sono stati proprio i suoi giornalisti a finire nel mirino. Leggi

Stanno torturando i candidati egiziani al Nobel per la pace

Sono state tre figure centrali della primavera egiziana del 2011, convinte che la rivoluzione che stavano realizzando in prima persona avrebbe contribuito a liberare l’Egitto. Ora sono in carcere. Leggi

Dall’Egitto nuovi segnali di rivoluzione

La campagna lanciata dal costruttore e attore in esilio Mohamed Ali sta riaccendendo lo spirito rivoluzionario egiziano. Le proteste sono state per ora frenate con arresti di massa, ma sul web continuano. Leggi

pubblicità
Come funziona la giustizia nell’Egitto di Al Sisi

I tribunali egiziani hanno condannato a morte circa tremila persone da quando Abdel Fatah al Sisi è diventato presidente dell’Egitto, nel 2014. Leggi

La lenta esecuzione di Mohamed Morsi

È stato il primo presidente egiziano democraticamente eletto ed è morto il 17 giugno dopo sette anni di carcere in regime di isolamento. Eppure i giornali egiziani quasi ignorano la notizia. Leggi

I militari reprimono nel sangue le speranze dei sudanesi

Il consiglio militare di transizione ha interrotto i negoziati con l’opposizione e i rappresentanti della società civile, che con le loro proteste avevano fatto cadere il regime di Omar al Bashir. Leggi

Scegliamo i diritti umani invece che i dittatori 

Scommettere tutto su Al Sisi sarebbe un errore storico. I giovani arabi avranno anche perduto la battaglia del 2011, ma non la guerra per la libertà. Leggi

La crisi dei gilet gialli segue Macron fino in Egitto

Al Cairo il presidente francese ha usato uno stratagemma per parlare di diritti umani. Ma in Francia ci si chiede se riuscirà a recuperare forza e legittimità. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.