23 marzo 2020 15:14

Il bilancio dell’epidemia di coronavirus nel mondo è salito a 350.536 contagi e 15.328 vittime.

Misure di confinamento Più di un miliardo di persone in più di cinquanta paesi sono coinvolte nelle misure di confinamento nel mondo. Nella maggior parte di questi paesi uscire di casa è permesso solo per motivi di salute, per andare al lavoro e per comprare generi alimentari.

Iran In base ai dati ufficiali del 23 marzo, il bilancio dell’epidemia di Covid-19 nel paese è di 23.049 contagi e 1.812 vittime. Ma secondo il Consiglio nazionale della resistenza iraniana (gruppo dell’opposizione in esilio), le vittime sarebbero in realtà 8.800. Anche alcune università iraniane presentano stime più alte rispetto ai dati ufficiali.

Palestina Il 22 marzo nella Striscia di Gaza sono stati registrati i primi due casi di contagio. Secondo le Nazioni Unite, l’eventuale diffusione dell’epidemia nel territorio, sovrappopolato e isolato dal resto del mondo, potrebbe avere conseguenze devastanti.

Siria Nel paese il 22 marzo è stato registrato un primo caso di contagio. Il ministro della salute Nizar Yaziji ha spiegato che si tratta di una persona proveniente dall’estero, ma non ha chiarito in quale provincia si trova attualmente. Il giorno stesso il ministero dell’interno ha annunciato la chiusura delle vie di comunicazione tra le province.

Ruanda Il 22 marzo il governo ha annunciato il confinamento della popolazione e la chiusura delle frontiere, con l’eccezione del traffico merci e del rientro dei cittadini ruandesi nel paese. Con 19 contagi, il paese è il più colpito in Africa orientale.

Germania Il 23 marzo il governo ha approvato un piano da centinaia di miliardi di euro per sostenere le aziende e i lavoratori, e ha sospeso le limitazioni costituzionali sul pareggio di bilancio. Il giorno prima la cancelliera Angela Merkel, che si trova in quarantena per i suoi contatti con un medico risultato positivo al tampone, aveva vietato i raggruppamenti con più di due persone negli spazi aperti al pubblico. Finora nel paese ci sono stati 26.220 contagi e 111 morti.

Grecia Il 23 marzo sono entrate in vigore le misure di confinamento della popolazione volute dal primo ministro Kyriakos Mitsotakis. Inoltre, a bordo delle automobili ci potranno essere al massimo due persone. Le violazioni saranno punite con 150 euro di multa. Finora nel paese ci sono stati 624 contagi e 17 morti.

Norvegia Il 23 marzo il governo ha proposto la creazione di un nuovo fondo presso le Nazioni Unite per aiutare i paesi poveri a fronteggiare l’epidemia di Covid-19. Oslo non ha precisato a quanto ammonterà il suo contributo al fondo, che potrebbe essere costituito nei prossimi giorni. Finora in Norvegia ci sono stati 2.415 contagi e otto morti.

Stati Uniti Il 22 marzo il sindaco di New York Bill de Blasio ha lanciato l’allarme per le possibili carenze, entro dieci giorni, dei dispositivi medici negli ospedali. Preoccupa soprattutto l’insufficienza di ventilatori polmonari per i pazienti in terapia intensiva. Finora nello stato di New York ci sono stati 15.168 contagi (35.225 in tutto il paese).

Bolivia-Colombia Misure di confinamento della popolazione sono in vigore in Bolivia dal 22 marzo e partiranno in Colombia il 24 marzo. In Bolivia sono stati registrati 27 contagi senza vittime, in Colombia 235 contagi con due morti.

India Il 22 marzo il governo ha invitato la popolazione, più di un miliardo di persone, a osservare un coprifuoco di 14 ore, dalle 7 alle 21. Si è trattato di un test per preparare gli abitanti alle misure di confinamento che saranno introdotte nel paese a partire dal 23 marzo per contenere l’epidemia. Alle 17, inoltre, migliaia di persone hanno sbattuto pentole e padelle alle finestre per sostenere gli sforzi di medici e infermieri. Finora nel paese ci sono stati 425 casi e otto morti.

Thailandia Il 22 marzo il paese ha registrato un forte aumento dei contagi, e questo ha spinto il governo a chiudere scuole, bar e centri commerciali. Nei prossimi giorni le autorità potrebbero proclamare la legge marziale e misure di confinamento per i circa dieci milioni di abitanti della capitale Bangkok. Finora nel paese ci sono stati 721 contagi e una vittima.