27 marzo 2020 07:48

Fate di più

Italia e Spagna hanno rifiutato di firmare la bozza conclusiva del Consiglio europeo riunitosi in teleconferenza sulle misure per affrontare l’emergenza coronavirus. Al termine del vertice di sei ore, i 27 hanno però trovato un’intesa di compromesso sul documento finale, dando mandato alla presidente della commissione Ursula von der Leyen e al presidente del consiglio Ue Charles Michel di trovare soluzioni entro due settimane (la Repubblica).

Non ci stiamo La versione provvisoria del documento non prevedeva l’emissione di coronabond. Al centro della discussione, ci sono anche le condizioni per attivare il fondo salvastati Mes. “Chiediamo all’Europa di trovare una soluzione adeguata entro dieci giorni. Mancano strumenti finanziari innovativi”, ha dichiarato il presidente del consiglio Giuseppe Conte. Il piano B del premier, scrive La Stampa, passa da Cassa depositi e prestiti, ma è scontro con il Tesoro.

Insieme Durante l’informativa al senato, Conte ha promesso 50 milioni di aiuti nel nuovo decreto legge di aprile e garantito un confronto più intenso tra maggioranza e opposizione (Il Messaggero).

In aiuto Il programma di acquisti della Banca centrale europea (Bce) ha permesso il ritorno su livelli più accettabili dei rendimenti dei titoli di stato italiani. Lo spread è tornato sotto quota 200 (Il Sole 24 Ore). Secondo il bollettino economico della Bce, la pandemia di coronavirus eserciterà un impatto significativo sull’economia europea.

Whatever it takes Riuniti in video conferenza, i leader dei paesi membri del G20 si sono impegnati a iniettare cinquemila miliardi di dollari nell’economia per superare gli effetti della pandemia (Reuters).

Focolaio italiano

Di nuovo in salita Dopo il calo degli ultimi giorni, risale la percentuale di crescita nella curva del contagio. Il numero delle persone attualmente positive è cresciuto di 4.492 unità. Nelle ultime 24 ore, sono 712 le persone decedute, i guariti 999. In totale sono 80.539 le persone infettate dal coronavirus dall’inizio dell’emergenza (Corriere della Sera). Pesa la Lombardia, con 2.543 nuovi casi in un solo giorno (per un totale di 34.889), mentre i deceduti sono 387 (4.861 in totale). Milano in crescita, stabili Bergamo e Brescia (la Repubblica). I medici uccisi dal virus sono attualmente 41.

  • Malati che emergono e aumento di tamponi: ecco che cosa influenza la curva in Lombardia (Corriere della Sera).
  • Il mistero delle mascherine sparite (la Repubblica).

Si cambia Il Viminale ha diffuso il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti. Nel documento va indicato l’indirizzo di partenza e quello di arrivo (Italia Oggi).

Un passo indietro “Sono convinto che in questo momento bisognerebbe sospendere le norme sulla privacy e lasciare i sistemi sanitari un po’ più liberi”, ha dichiarato il governatore del Veneto Luca Zaia (Sky TG24).

Focolaio mondiale

Il primato Al livello globale, il numero di soggetti positivi ha superato le 500mila unità (Cnbc). Con 82.404 casi confermati, gli Stati Uniti diventano il Paese con più casi al mondo. Con ospedali a corto di ventilatori e maschere protettive e ostacolati da una limitata capacità di test diagnostici, il bilancio delle vittime è salito a oltre 1.200 (Reuters). L’amministrazione Trump sta sviluppando un piano per classificare le contee in base al rischio (Axios). Gli stati chiedono un maggiore aiuto federale, ma la Casa Bianca annulla il piano di produzione di ventilatori polmonari (The New York Times).

Facciamo qualcosa La presidente della camera dei rappresentanti Nancy Pelosi prevede un “forte voto bipartisan” il 27 marzo sul pacchetto di misure da duemila miliardi di dollari (Cnn). La scorsa settimana, 3,28 milioni di persone hanno presentato la domanda per i sussidi di disoccupazione (Bloomberg).

Sul continente In Spagna, il numero di contagiati ha toccato quota 56.188, mentre i deceduti sono 655 (The Guardian). “Sul fronte della lotta al virus, in Europa i segnali sono incoraggianti”, ha dichiarato il direttore europeo dell’Oms Hans Kluge (Sky TG24).

A Oriente Per scongiurare la nascita di una nuova epidemia, la Cina ha deciso di vietare l’ingresso ai cittadini stranieri e di bloccare i voli internazionali (The New York Times).

Queste notizie sono scelte dalla redazione di Good Morning Italia, che tutti i giorni cura una newsletter di informazione dall’Italia e dal mondo. La newsletter è inclusa nell’abbonamento a Internazionale, oppure ci si può iscrivere qui.