10 maggio 2022 11:10

Ucraina-Russia
Il 9 maggio, in occasione di una parata militare a Mosca nell’anniversario della vittoria sulla Germania nazista, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che l’esercito è in Ucraina per “difendere la patria” dalla “minaccia inaccettabile” costituita da Kiev, sostenuta dall’occidente. Lo stesso giorno alcuni missili russi hanno colpito la città di Odessa, nel sud dell’Ucraina.

Sri Lanka
Il 9 maggio il primo ministro Mahinda Rajapaksa, fratello del presidente Gotabaya Rajapaksa, si è dimesso in seguito ai gravi scontri a Colombo tra sostenitori del governo e manifestanti antigovernativi. Nelle violenze sono morte sette persone, tra cui un deputato, e più di 190 sono rimaste ferite. Il paese sta affrontando la peggiore crisi economica dall’indipendenza e deve fronteggiare un’ondata di proteste contro le interruzioni di elettricità e le carenze di cibo, farmaci e benzina.

Filippine
Ferdinand Marcos Jr, noto come Bongbong, figlio dell’ex dittatore Ferdinand Marcos, ha vinto le elezioni presidenziali del 9 maggio. Marcos, 64 anni, ha ottenuto più del 50 per cento dei voti, doppiando la sua principale avversaria, la progressista Leni Robredo. Marcos era sostenuto dall’attuale presidente Rodrigo Duterte.

Ecuador
Il 9 maggio almeno quarantaquattro detenuti sono morti nei combattimenti tra bande rivali nella prigione di Bellavista, nella provincia di Santo Domingo de los Tsáchilas, nel nordovest del paese. Secondo il capo della polizia, Fausto Salinas, più di cento detenuti sono evasi approfittando delle violenze. Dal febbraio 2021 quasi 350 detenuti sono morti negli scontri nelle prigioni del paese.

Haiti
Diciassette persone che percorrevano in autobus la tratta tra Santo Domingo e Port-au-Prince sono state rapite l’8 maggio vicino a Croix-des-Bouquets, a est della capitale haitiana. Si tratta di otto haitiani, otto turchi e un autista dominicano. Il rapimento è stato attribuito alla banda criminale 400 Mawozo.

Ambiente
In un rapporto presentato il 9 maggio, l’Organizzazione meteorologica mondiale (Omm) ha affermato che c’è una possibilità su due che nei prossimi cinque anni registreremo una temperatura media globale superiore di 1,5 gradi rispetto all’era preindustriale. C’è poi una probabilità del 10 per cento che la temperatura media globale del quinquennio 2022-2026 superi la soglia di 1,5 gradi.