04 luglio 2023 11:08

Israele-Palestina
L’Autorità nazionale palestinese ha definito l’attacco israeliano del 3 luglio al campo profughi di Jenin, in Cisgiordania, “un nuovo crimine di guerra contro il popolo indifeso”. Nell’attacco sono morti almeno dieci palestinesi e ne sono stati feriti cinquanta, mentre migliaia sono stati sfollati. Giordania ed Egitto hanno condannato il raid israeliano. Secondo alcuni analisti, l’Autorità palestinese avrebbe perso il controllo delle aree della Cisgiordania, lasciando un vuoto di potere di cui i militanti jihadisti stanno approfittando.

Senegal
Il presidente senegalese Macky Sall, 61 anni, ha escluso la possibilità di candidarsi nel 2024 per un terzo mandato durante un discorso trasmesso in diretta sulla sua pagina Facebook il 3 luglio. Dal 2021 le voci secondo cui avrebbe provato a estendere il suo mandato hanno alimentato più volte disordini, proteste e scontri con decine di morti. L’opposizione aveva annunciato nuove proteste se Sall avesse deciso di ricandidarsi.

Cina
Le autorità di Hong Kong il 3 luglio hanno emesso otto mandati di arresto contro altrettanti attivisti politici per la democrazia che si trovano in esilio in diversi paesi del mondo. L’ex deputata del Democratic party Emily Lau ha spiegato che “si tratta di un fatto significativo perché è la prima volta che viene emesso un mandato d’arresto contro chi vive oltremare; è come se fosse stato lanciato un avvertimento”, un segnale che Pechino sta facendo ulteriori passi nel prendere il controllo della città, che doveva restare formalmente autonoma fino al 2047.

Germania
Per la prima volta un esponente del partito di estrema destra Alternative für Deutschland (AfD) è stato eletto sindaco alle amministrative nel paese: nel ballottaggio che si è svolto il 1 luglio a Raguhn-Jessnitz, cittadina dello stato tedesco della Sassonia-Anhalt, diventerà sindaco Hannes Loth, un agricoltore e membro del consiglio comunale.

Francia
Il 4 luglio la Francia ha autorizzato il rientro nel paese di dieci donne e venticinque bambini e minorenni detenuti nei campi di prigionia dove sono tenuti coloro che sono accusati di avere fatto parte del gruppo Stato islamico nel nordest della Siria. È la quarta operazione di questo tipo che avviene dall’inizio dell’anno. I minorenni saranno presi in carico dai servizi sociali, mentre le donne saranno consegnate alle autorità giudiziarie.

Turchia-Egitto
In una dichiarazione congiunta rilasciata il 4 luglio dal ministero degli esteri turco, il Cairo e Ankara hanno affermato che la Turchia ha nominato Salih Mutlu Sen suo ambasciatore al Cairo e l’Egitto, a sua volta, ha nominato Amr Elhamamy suo ambasciatore ad Ankara. La nomina degli ambasciatori ristabilisce le relazioni diplomatiche tra i due paesi al più alto livello diplomatico.

Vietnam
Il direttore generale del dipartimento del cinema, Vi Kiến Thành, ha confermato che la proiezione del film Barbie è stata vietata nel paese a causa di una scena in cui compare una mappa contenente quella che viene chiamata “linea dei nove tratti”. La linea rappresenta le rivendicazioni territoriali della Cina nel mar Cinese meridionale, un’area ricca di risorse al centro di tensioni.

Internazionale pubblica ogni settimana una pagina di lettere. Ci piacerebbe sapere cosa pensi di questo articolo. Scrivici a: posta@internazionale.it