16 giugno 2011 00:00

Suonare uno strumento a fiato aumenta il rischio di infezioni respiratorie?

Da tempo i ricercatori hanno notato che chi suona uno strumento a fiato sembra avere un rischio maggiore di soffrire di mal di gola cronico e infiammazioni delle vie aeree. Alcune ricerche indicano che nelle imboccature possono accumularsi saliva e microrganismi. In uno studio pubblicato a maggio sull’International Journal of Environmental Health Research gli scienziati della Tufts university hanno analizzato venti strumenti tra cui flauti, clarinetti, trombe e sassofoni. In tutti si annidavano batteri, muffe e lieviti, soprattutto nelle ance e nei bocchini.

Anche se non sono stati analizzati in particolare i tassi d’infezione tra i musicisti, esistono molti casi di problemi legati agli strumenti. Uno studio pubblicato nel 2010 su Chest descriveva il caso di un trombonista di 35 anni che soffriva di una forte tosse da 15 anni: la tosse è sparita quando il musicista ha cominciato a disinfettare lo strumento con l’alcol. Gli esperti consigliano di pulire regolarmente le imboccature e ogni tanto smontare gli strumenti per lavarli con acqua e sapone o alcol.

Conclusioni Se non vengono puliti, gli strumenti a fiato possono aumentare il rischio di infezioni.

Internazionale, numero 902, 17 giugno 2011