06 ottobre 2011 00:00

Il tè verde può contribuire a ridurre il colesterolo?

Il tè verde è considerato una panacea per la salute. In particolare, la sua efficacia contro il colesterolo ha scatenato un ampio dibattito. Per alcuni, i benefici del tè verde sul cuore dipendono in parte dai polifenoli, che riducono l’assorbimento intestinale del colesterolo. Per altri gli effetti positivi sono insignificanti. Molti studi hanno approfondito il tema, con risultati contrastanti.

Quest’anno, però, un gruppo di ricercatori ha analizzato i dati di oltre dieci sperimentazioni ed è giunto a una conclusione più definitiva. Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition, riguarda più di 1.100 persone. I ricercatori hanno scoperto che, in media, gli effetti del tè verde sul colesterolo erano minimi: nel complesso il livello di Ldl, o colesterolo “cattivo”, è sceso di 2,2 milligrammi per decilitro, pari a circa il 2 per cento.

Sul livello di Hdl, o colesterolo “buono”, non c’è stato alcun effetto. Per alcuni vale la pena provare. Altri, invece, si preoccupano dei possibili effetti collaterali: l’Egcg, un composto del tè verde, può interferire con gli anticoagulanti e con il farmaco antitumorale bortezomib.

Conclusioni Il tè verde può ridurre i livelli di colesterolo Ldl, ma l’effetto è minimo.

Internazionale, numero 918, 7 ottobre 2011