Gay

Un fratello vergine

27 marzo 2013 19:37

Mio fratello ha 22 anni e soffre di problemi mentali. La sua ansia sociale arriva alla vera e propria agorafobia (ufficialmente diagnosticata). Negli ultimi anni ha fatto progressi significativi, ma si è arenato sul fatto che è ancora vergine. Crede che, fino a quando lo sarà, non riuscirà a fare veri progressi nei rapporti interpersonali.

Farlo ragionare è impossibile – è lievemente autistico – e si è convinto che riuscirà a cercare un lavoro, avere una vita sociale e affrontare altri ostacoli solo quando avrà perso la verginità. Economicamente, io non avrei problemi a portarlo in Nevada e risolvere il problema.

Lui stesso l’ha chiesto a nostra madre. In casa nostra nessuno è fissato con la “purezza” su cose come il sesso e la verginità, per cui siamo aperti all’idea. Non mi illudo che la cosa possa risolvere i suoi problemi, ma io e mia madre speriamo almeno di eliminare una scusa che gli impedisce di fare passi avanti su altri fronti. Devo offrirmi di accompagnarlo? O è meglio costringerlo a sbrigarsela da solo nonostante le fobie sociali che lo paralizzano?

–Socially Interactive Sister

“I miei complimenti a SIS per aver pensato di ricorrere a una professionista del sesso con spirito positivo e senza moralismi”, dice Siouxsie Q, professionista del sesso di San Francisco nonché ideatrice e presentatrice di The WhoreCast, un podcast settimanale che si ripropone di rappresentare in modo più umano le persone che lavorano nell’industria del sesso. “E voglio rassicurarla: in giro c’è sicuramente la persona giusta per suo fratello”.

Qualcuno potrebbe avere da ridire sul fatto che vuoi pagare una professionista del sesso per aiutare tuo fratello, ma puoi tranquillamente mandare queste persone a fare in culo o dirgli di affittarsi The sessions. Gli incontri. È un film del 2012 in cui John Hawkes interpreta un poeta paralizzato dal collo in giù.

Helen Hunt interpreta l’assistente sessuale – una specie di prostituta promossa a collaboratrice sanitaria – che il poeta, con il benestare del suo prete, assume per perdere la verginità. Nessuno ha avuto problemi con l’elemento prostituzione di The sessions, e questo perché il personaggio di Hawkes è così gravemente e palesemente invalido che il pubblico solidarizza con le sue difficoltà: per lui sarebbe difficile, se non impossibile, andare a letto con una donna in qualsiasi altro modo.

Se la disabilità di Hawkes in The sessions è evidente, SIS, il fatto che quella di tuo fratello sia invisibile non la rende meno reale. Perciò non vedo chi potrebbe obiettare se tuo fratello riceve un aiuto professionale per le sue difficoltà.

Per cui sì, SIS, assumi una professionista del sesso per tuo fratello, se ritieni che la cosa possa aiutarlo, anche solo eliminando un pretesto che ne ostacola i progressi. Non c’è nemmeno bisogno prendere la macchina e andare in Nevada. Siouxsie ti consiglia di cercare una escort “esperta” (tradotto: un po’ più vecchia) della tua zona, e che sia presente su internet.

Una escort con più di 25 o 30 anni, un sito internet e magari qualche recensione sui siti specializzati, è più difficile che sia una vittima della tratta di esseri umani o sia sfruttata, e molto probabilmente avrà le competenze e la pazienza che servono al caso. Può darsi perfino che con uomini come tuo fratello abbia già lavorato.

“Una mia amica aveva un cliente che ricorreva ai suoi servizi per ‘allenarsi’ a stare con una donna”, mi racconta Siouxsie. “Col tempo, il cliente ha acquisito abbastanza sicurezza in se stesso da cominciare a uscire con le ragazze. Spero che il fratello di SIS abbia un’esperienza meravigliosa, che lo faccia sentire più sicuro e lo aiuti ad avere una vita migliore”.

Che fare, quindi, una volta individuata una potenziale professionista nella tua zona?

“SIS dovrebbe mandarle un’email in cui spiega la situazione illustrando le esigenze particolari del fratello”, dice Siouxsie. “Ci sono professioniste specializzate in clienti disabili, e molte hanno esperienza con problemi simili a quelli di suo fratello”. Facendo un po’ di ricerca, dovresti riuscire a trovarne una. Se la prima che contatti non dovesse lavorare con persone come tuo fratello, magari può segnalarti qualcuna che lo fa.

Una volta rintracciata l’Helen Hunt della tua zona, SIS, prepara tuo fratello all’esperienza. “Fagli un discorso introduttivo”, dice Siouxsie. “Spiegagli le regole e l’etichetta: non deve trattare sul prezzo, non deve chiedere informazioni personali, deve presentarsi perfettamente pulito e avere un’infarinatura di base sui metodi di contraccezione e sulle malattie sessualmente trasmissibili. Ma soprattutto deve trattarla con rispetto”.

Potete ascoltare TheWhoreCast sul sito thewhorecast.com, e anche seguire Siouxsie Q su Twitter: @WhoreCast.

Sono un maschio etero e ho appena chiuso una lunga relazione. Il sesso migliore della mia vita: mi mandava fuori di testa. Purtroppo, però, lei mi mandava fuori di testa anche in tutto il resto. Era un rapporto deleterio per entrambi, ma non riuscivamo a staccarci le mani di dosso. Ci siamo lasciati qualche mese fa.

Ora finalmente mi sento pronto per avere un’altra storia, e la settimana scorsa ho conosciuto una ragazza bella da star male. Intelligente, realizzata nel lavoro, positiva: insomma, una da non lasciarsi scappare. E mi viene perfino dietro! C’è un unico problema, e ci sto impazzendo: è troppo magra. Io ho sempre frequentato donne formose.

Lei è bellissima, ha un fisico atletico, però è magra. Sono uno di quei maschi che trattano il corpo delle donne come un oggetto? Ho un feticismo eccessivo per le curve? Che gli salta in testa, al mio uccello?

–My Dick, My Annoyance

L’uccello vuole quel che vuole. Ciò detto, MDMA, a volte l’uccello vuole più di quel che il suo proprietario crede. Potresti scoprire, una volta cominciato a scopare con questa ragazza, che il tuo uccello ha effettivamente bisogno di curve, e che per te lei è troppo magra.

Oppure scopri che la desideri così tanto – che ti piace a tal punto – che il tuo uccello può chiudere un occhio per lei e solo per lei, ovvero che sarà l’unica eccezione alla tua regola delle curve. O ancora potresti scoprire, come tanti altri uomini prima di te, che il tuo uccello non si limita a un’unica misera tipologia.

A volte bisogna incontrare una persona stupenda che non corrisponde all’ideale su cui ci siamo fissati per renderci conto che il nostro uccello ha gusti eclettici, ma che il nostro cervello – l’organo sessuale più grosso e potente che abbiamo – l’ha sempre bloccato. Speriamo che il tuo uccello ti sorprenda, MDMA.

Vivo a Vancouver, ho 23 anni e sono bisessuale. Da quando ho cominciato a fare sesso nove anni fa (tranquillo, all’epoca l’età del consenso era 14!) ho sempre limitato molto i miei orizzonti sessuali. Ultimamente, però, sotto la guida di un fidanzato adorabile, ho cominciato a scoprire in me una vena dominante piuttosto marcata.

Hai qualche consiglio per una *dominatrix alle prime armi? Ho letto The new topping book di Dossie Easton e Janet Hardy, che ho trovato utile, ma mi chiedevo se tu avessi qualche dritta in più. Dominare il mio ragazzo mi mette un po’ a disagio. Nella coppia, quello dominante è sempre stato lui, e io ho paura di sbagliare.*

- Another Novice Top

Concediti di “sbagliare”, ANT. E con “sbagliare” non intendo “ferire o uccidere involontariamente il tuo partner in un rapporto sadomaso”. Intendo “fare le cose a modo tuo”. Sarai meno nervosa a vestire i panni della dominatrice se ti rilassi e ti concedi di essere te stessa, ovvero una persona nervosa e inesperta, un po’ a disagio nel suo nuovo ruolo.

Ricorda: non devi per forza essere una dominatrix feroce la prima volta che prendi in mano un frustino. Non devi esserlo mai, ANT, se non è quello che desideri. Dai un’occhiata allo splendido Beyond the Valley of the FemDoms, dove troverai un po’ d’informazioni su come diventare la dominatrix che vuoi essere, e non uno stereotipo da film porno. In bocca al lupo!

(Traduzione di Matteo Colombo)

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Vittoria e declino
Pier Andrea Canei
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.