Una formica ferita viene trasportata da un’altra al suo nido.

Anche le formiche nel loro piccolo si aiutano

Una formica ferita viene trasportata da un’altra al suo nido.
15 aprile 2017 14:28

Alcune formiche soccorrono i compagni feriti durante gli attacchi ai termitai. La Megaponera analis è una formica dell’Africa subsahariana. Per procurarsi il cibo attacca i nidi di termiti. Nei raid alcune formiche soldato possono venire ferite e perdere le antenne o le zampe.

Uno studio, pubblicato sulla rivista Science Advances, ha mostrato che le formiche soldato ferite vengono raccolte da altre formiche, specializzate in questo compito, e riportate al formicaio. Erik Thomas Frank e colleghi hanno contrassegnato con la vernice gli individui feriti. I ricercatori hanno stimato che circa il 90 per cento delle formiche ferite riportate a casa guarisce e può partecipare a nuovi raid.

Quando non vengono aiutate, circa un terzo delle formiche con lesioni muore. I ricercatori hanno anche individuato il segnale chimico che spinge le formiche al soccorso delle compagne. Secondo gli autori, il soccorso dei feriti contribuisce in misura decisiva alla salute della colonia, aumentando gli individui che possono partecipare ai raid.

pubblicità

Articolo successivo

Il mondo in breve