Sommario

510 (17/23 ottobre 2003)

Fidel Castro, cinquant’anni di solitudine

ESCLUSIVO. La vita del leader cubano raccontata dallo scrittore Eliseo Alberto e un’inchiesta del País sui suoi possibili successori

510 (17/23 ottobre 2003)

Opinioni

I giovani dei paesi poveri muoiono di aids. E la chiesa combatte ancora i profilattici

Cuba

Il circolo del potere

Fidel Castro ha affidato i suoi sogni di continuità alla famiglia, ad alcuni dirigenti storici e ai giovani incaricati della nuova “battaglia delle idee”. Un reportage esclusivo del País racconta chi sono i fedelissimi del líder maximo

pubblicità

Asia e Pacifico

Bangkok si rifà il trucco

Americhe

Cervantes in Brasile

Italieni

Un inglese a Predappio

Ha scritto una biografia di Mussolini. Disprezza Tobias Jones e Paul Ginsborg. Quest’estate ha intervistato Silvio Berlusconi. John Lloyd incontra Nicholas Farrell

pubblicità

Scienza

Il Dio dei marziani

Ebraismo, cristianesimo e islam credono in un dio salvatore dell’umanità. Ma se scoprissimo la vita su Marte o su altri pianeti, le religioni tradizionali sopravviverebbero al nuovo orizzonte? Le domande di un grande scienziato

Società

Pluto sotto tiro

Le mascotte, sempre più diffuse nello sport e nel mondo degli affari statunitensi, sono in pericolo. La gente non riesce a fare a meno di picchiarle. Il mostro Cookie, Bucky il castoro, Mister Carrot e la salsiccia italiana ne sanno qualcosa

Economia e lavoro

Caccia al petrolio russo

Opinioni

Un premio a una donna coraggiosa e alle potenzialità di un paese

Bolivia

Sull’orlo della guerra civile

Da un anno le proteste si moltiplicano in Bolivia. Ma finora l’unica risposta del governo è stata la repressione

pubblicità

Compagni di viaggio

Per la prima volta neppure l’Avana è stata solidale con i compagni della Corea del Nord. Leggi

Opinioni

Per la nuova costituzione ci vorrebbe un grande referendum in tutto il continente

America Latina

Bolivia nel caos

La popolazione indigena e i sindacati protestano contro il progetto di esportare il gas naturale. Ma il vero scontro è su quale modello di sviluppo adottare

Africa e Medio Oriente

I soldati escono dalle caserme

Europa

Mass media poco europei

pubblicità

Opinioni

Alcuni israeliani e palestinesi coraggiosi cercano il dialogo. Una piccola speranza

Tre icone

Ci sono tre anziani signori che, un po’ casualmente, si incontrano nelle pagine di questo numero di Internazionale. Sono Yasser Arafat, Fidel Castro e Giovanni Paolo II (a chi scrive non sta particolarmente simpatico nessuno dei tre, ma in questa redazione ci sono anche altre posizioni). In comune hanno l’età avanzata e il fatto che per tutti e tre la questione della successione è all’ordine del giorno. Ma soprattutto sono icone del secolo scorso. Personalità ricche di ombre e di luci, difficili da giudicare solo con un sì o un no – più per quello che rappresentano agli occhi di milioni di persone che per le loro capacità. Yasser Arafat è il protagonista dell’ultimo film di Oliver Stone, Persona non grata, allegato a questo numero di Internazionale. Fidel Castro è il protagonista della storia di copertina, e in particolare di un’inchiesta che per la prima volta svela i giochi di potere del suo entourage. Con Giovanni Paolo II se la prende a pagina 14 il quotidiano spagnolo El País, per l’ottusa condanna dell’uso dei preservativi. Leggi

Scienza e tecnologia

Potenti sotto controllo

Cuba

Castro, cinquant’anni di solitudine

La fortuna e la sofferenza, il carisma e l’isolamento, il potere e la vecchiaia. Lo scrittore cubano Eliseo Alberto racconta la vita di Fidel Castro, Comandante in capo dell’isola di Cuba

Gran Bretagna

Stregoni della notizia

La macchina della comunicazione del governo laburista si è inceppata dopo la guerra in Iraq. C’era troppo potere nelle mani di un solo uomo

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.