Il papa in Turchia chiede ai musulmani di condannare il terrorismo

Papa Francesco è stato in Turchia dove ha incontrato il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan. Nel suo discorso alle autorità ha condannato il fanatismo.  A Istanbul ha visitato la moschea blu e incontrato il patriarca ecumenico di Costantinopoli

Il papa chiede al mondo musulmano di condannare il terrorismo

Papa Francesco ha chiesto che tutti i dirigenti religiosi, politici e intellettuali musulmani condannino “chiaramente” il terrorismo islamico. Durante un incontro con i giornalisti a bordo dell’aereo che dalla Turchia lo ha riportato in Italia, il papa ha detto, rispondendo a una domanda sul gruppo Stato islamico, che “sarebbe bello se tutti i dirigenti del mondo, politici, religiosi, universitari, si pronunciassero chiaramente e condannassero” questa violenza che nuoce all’islam. Afp

Il papa condanna l’attentato alla moschea di Kano in Nigeria

Dopo l’incontro con il rabbino di Turchia Isak Haleva, nel suo viaggio in Turchia, papa Francesco è stato accolto dal patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I che lo ha accompagnato nella chiesa di san Giorgio.

Nel discorso il papa ha condannato il “disumano e insensato attentato” alla moschea di Kano in Nigeria rivendicato dal gruppo Boko haram.

pubblicità
Il papa in preghiera nella moschea blu di Istanbul

Papa Francesco è andato a visitare la moschea blu di Istanbul raccogliendosi in preghiera per oltre due minuti. All’ingresso papa Bergoglio si è tolto le scarpe seguendo la tradizione musulmana che richiede ai fedeli di presentarsi scalzi nei luoghi di culto.

In precedenza, anche Benedetto XVI aveva pregato nella moschea blu durante il viaggio in Turchia del 2006. Per rispettare l’ora della preghiera musulmana il papa ha invertito l’ordine delle visite ed è andato prima alla moschea blu e poi alla basilica di santa Sofia.

La visita del papa in Turchia si concluderà domani.Askanews

pubblicità
Il papa in Turchia ha elogiato il dialogo interreligioso

Il discorso che papa Francesco ha tenuto ad Ankara, in Turchia, si è concentrato sul dialogo tra le religioni e sulla libertà religiosa. Alle autorità presenti il papa ha detto: “È fondamentale che i cittadini musulmani, ebrei e cristiani – tanto nelle disposizioni di legge, quanto nella loro effettiva attuazione –, godano dei medesimi diritti e rispettino i medesimi doveri”.

A proposito della ricerca della pace in Medio Oriente, nel suo discorso, ha detto:

News.va

Il papa in Turchia
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.