Abkhazia

Il paradiso perduto dell’Abkhazia 

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica l’Abkhazia ha dichiarato l’indipendenza dalla Georgia, causando una guerra. Da allora è economicamente isolata e in gran parte abbandonata. Oggi gli abitanti vogliono rilanciare il turismo. Leggi

L’Europa e la Nato prendono le distanze

Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha dichiarato che il cosiddetto trattato tra Russia e Abkhazia non aiuta una soluzione pacifica e definitiva della situazione in Georgia e quindi l’alleanza atlantica non lo riconoscerà.

L’alto rappresentante della politica estera europea Federica Mogherini ha detto che il patto viola la sovranità georgiana e la sua integrità territoriale e “danneggia gli sforzi in corso per portare la sicurezza nella regione”.

pubblicità
Mosca accusata di continuare a espandersi

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un accordo di partnership strategica con l’Abkhazia, la regione scissionista della Georgia, suscitando l’ira di Tblisi, secondo cui Mosca avrebbe in mente di annettersi il territorio. Nel 2008 Russia e Georgia hanno combattuto una guerra per l’Abkhazia e la regione gemella dell’Ossezia del Sud, causando la peggiore crisi tra Mosca e l’occidente dal crollo dell’Unione Sovietica. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.