Expo

Dieci arresti a Milano per gli scontri durante il corteo No Expo.
Dieci arresti a Milano per gli scontri durante il corteo No Expo. La manifestazione si è svolta il 1 maggio. Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse nei confronti di cinque milanesi e cinque greci. Cinque persone sono indagate. Le accuse sono di devastazione e saccheggio, resistenza a pubblico ufficiale aggravata e travisamento.
Il Regno Unito metterà a disposizione dell’Italia uomini e risorse per la crisi dei migranti, dice Cameron

Il premier britannico David Cameron in visita in Italia per visitare l’Expo ha detto che per fermare il traffico dei migranti dalla sponda meridionale del Mediterraneo serve “un approccio globale” e che il Regno Unito metterà a disposizione dell’Italia “uomini e risorse” per collaborare con i servizi segreti italiani in Sicilia. Intervenuto dopo un incontro bilaterale con il presidente del consiglio, Matteo Renzi, Cameron ha affermato: “C’è bisogno di un approccio globale, ci vuole un nuovo governo in Libia che dia la caccia alle bande di criminali, un approccio globale per lavorare con voi, con i vostri servizi di intelligence in Sicilia, dove noi metteremo gente e risorse per cercare di rompere il collegamento” fra immigrati e scafisti.

Cameron ha aggiunto che “la crisi dell’immigrazione è una cosa sulla quale ci rendiamo conto assolutamente” che serve “lavorare insieme a livello europeo. La Gran Bretagna gioca il suo ruolo non solo con sue navi nel Mediterraneo, ma anche con un grosso programma di aiuti nel Nordafrica che stiamo aumentando per provare a stabilizzare quei paesi”.

Tuttavia ha suscitato polemiche la decisione del governo di britannico di ritirare dalle operazioni nel Mediterraneo la nave HMS Bulwark, impegnata nel soccorso dei migranti. Il ministero dell’interno britannico ha confermato che la nave da guerra che dal 4 maggio ha soccorso 2.900 vite umane, lascerà il Mediterraneo a luglio, perché era previsto che la missione durasse solo 60 giorni.

pubblicità
Partito il primo corteo contro l’Expo a Milano

Gli studenti manifestano a Milano contro l’Expo 2015 che aprirà le porte domani. Il corteo è partito da piazza Cairoli e c’è già stata un’azione dimostrativa. Gli studenti vogliono attirare l’attenzione sugli sprechi di denaro pubblico, sullo sfruttamento del lavoro nella costruzione di grandi opere e su operazioni di speculazione immobiliare in città. Stasera si terrà il concerto d’inaugurazione dell’Expo.

Nutrire il pianeta. Cioè?

È stato Crozza a porre, finalmente, la domanda che tutti dovrebbero farsi: a che cosa serve l’Expo? Leggi