Annamaria Testa

Si occupa di creatività e comunicazione. Insegna alla Bocconi di Milano. Ha scritto La trama lucente (Rizzoli 2010). Cura il sito Nuovo e utile, teorie e pratiche della creatività.

Annamaria Testa
L’attenzione è una risorsa preziosa

L’attenzione determina, migliorandola, la qualità della nostra esperienza di vita. Se stiamo attenti, siamo in grado di capire, imparare, ricordare meglio. Leggi

Quando l’incompetenza è inconsapevole

Sapere che gli errori di giudizio esistono, coltivare il dubbio e mantenere una dose di equilibrio, realismo e umiltà ci aiuta a sbagliare un po’ meno. Leggi

pubblicità
Dieci tendenze da controllare per non diventare brutte persone

I nostri peggiori atteggiamenti hanno origini antiche. Con un piccolo sforzo però possiamo fare meglio, o meno peggio, ci ricorda il neuroscienziato Christian Jarrett. Leggi

Debilitati dal rancore

Capacità di visione e di progetto quasi a zero, forze esaurite, percezioni distorte. Il rapporto Censis disegna un’immagine degli italiani davvero poco confortante. Leggi

Il piacere dimenticato della conversazione

Ci si dovrebbe addestrare già da ragazzini. Magari imparando a rispettare la regola fondamentale dei turni di parola: quando tu parli io ascolto e viceversa. Leggi

pubblicità
Dov’è finito il rispetto

Sul rispetto reciproco si basano le relazioni interpersonali e la convivenza civile. Non è solo una questione di buone maniere, è una questione di sostanza. Leggi

La realtà fuori di noi e quella dentro di noi

Questo non è un articolo. Sono tanti articoli quanti siete voi che lo state leggendo. Nessuna intelligenza artificiale saprebbe fare altrettanto. Leggi

Il pellegrinaggio di due milioni di lettori alla fiera del libro di Algeri

Ogni anno un intero paese viaggia verso la capitale per procurarsi libri in arabo e in altre lingue. C’è un desiderio di lingua e scrittura italiana, che in parte resta insoddisfatto. Intervista con Paola Caridi. Leggi

In caso di conflitto, l’importante è salvare la faccia

I conflitti (tutti quanti: da quelli familiari a quelli internazionali) o vengono contenuti oppure peggiorano in maniera irreparabile, sfuggendo alla volontà e al controllo dei protagonisti. Leggi

Quando un conflitto va fuori controllo

Lo schema di Glasl è elementare: una discesa verso il disastro, in un succedersi di scontri che si fanno sempre più insensati, violenti e primitivi. Leggi

pubblicità
A Montréal la fila non è per l’iPhone

Il 17 ottobre 2018 in Canada è cominciata la vendita legale di cannabis a scopo ricreativo. Secondo gli osservatori darà impulso al turismo e all’economia. Leggi

Si stava peggio quando si stava peggio

Di norma sono piuttosto riservata sui fatti miei personali, ma ho deciso, e in via del tutto straordinaria, di condividere con voi alcuni ricordi della mia infanzia. Leggi

Com’è difficile essere studenti

Genitori iperprotettivi, fobie, bullismo e ciberbullismo: una conversazione con lo scrittore e psicoanalista Luigi Ballerini conferma che l’adolescenza non è davvero facile. Leggi

Trieste, come danneggiarsi l’immagine in due semplici mosse

A Trieste si sono verificati un paio di episodi che riguardano la comunicazione. Meritano di essere analizzati perché possono insegnarci qualcosa di importante. Leggi

La grande sfida della visibilità

Le scelte dei cittadini sono diventate fluide. La competizione per accaparrarsele diventa feroce. E come si compete? A colpi di visibilità. Leggi

pubblicità
Le percezioni distorte degli italiani

Il mondo che noi percepiamo è diverso dal mondo così com’è: come se lo guardassimo riflesso in uno specchio che distorce forme e proporzioni. Leggi

In Portogallo, scansando (quando si può) i turisti

Un viaggio in auto di nove giorni, in Portogallo, con alcune mete classiche e altre un po’ meno. Tra luoghi Unesco irrinunciabili e percorsi fuoristrada da evitare. Leggi

Come funziona il meccanismo del discredito

Una nuova narrazione “ha valore” nel momento in cui è ripresa e diffusa per il solo fatto di esistere in quanto tale. E più è semplificata, più è convincente. Leggi

Lunga vita a chi è altruista

In questi tempi in cui essere “cattivisti” va così di moda un pensierino in più sull’altruismo, le sue origini e i suoi effetti ci potrebbe anche stare. Leggi

Se si tiene agli ultimi, non si possono trascurare i penultimi

Chi conosce la piramide dei bisogni di Maslow non dovrebbe stupirsi del fatto che, per rinforzare la domanda di sicurezza, si accresca la percezione dell’insicurezza. Leggi

pubblicità