Annamaria Testa

Si occupa di creatività e comunicazione come consulente e scrive saggi. L’ultimo si intitola Minuti scritti (Rizzoli). Il suo sito è Nuovo e utile, teorie e pratiche della creatività.

Annamaria Testa
Le cose urgenti e le cose importanti

È l’inizio della giornata, davanti a voi c’è una lista di cose da fare, alcune da sbrigare in poco tempo, altre più impegnative. Qualche suggerimento per non farsi travolgere. Leggi

L’emergenza climatica è una pandemia al rallentatore

La crisi climatica non ha vaccino ed è irreversibile. Quando il problema sarà evidente a tutti, sarà anche troppo tardi per risolverlo. Dobbiamo cambiare subito. Leggi

pubblicità
Tre piccole dritte, buone da subito

Se quando ragioniamo dimentichiamo qualche fatto o dato rilevante, o se proprio non ne siamo a conoscenza, rischiamo, anche non volendolo, di comportarci peggio di quanto potremmo e vorremmo. Leggi

Coinvolti in un gigantesco esperimento sociale

Qualcosa come due miliardi di persone si trovano tutte quante in condizioni non certo identiche, ma analoghe sotto alcuni aspetti cruciali. Leggi

Incapaci di pensare a lungo termine

I politici sono incalzati dalle fluttuazioni settimanali dei sondaggi, i manager sono ossessionati dalla necessità di fornire buoni risultati trimestrali, e noi ci siamo abituati a vivere nell’eterno presente della rete. Leggi

pubblicità
Cinque punti per trovare un senso

Una tragedia globale come questa può insegnare qualcosa a tutti noi, diventando l’inizio di un cambiamento radicale. Leggi

Prendere decisioni in un momento difficile

In un momento di crisi drammatica, diventa lampante il fatto che, per prendere buone decisioni, tutti (governi e cittadini) dovrebbero essere in grado di capire bene quello che sta succedendo. Leggi

Smettiamo di dire che è una guerra

Questa non è una guerra perché non c’è, in senso proprio, un nemico. Il virus non ci odia. Non sa neanche che esistiamo. In realtà, non sa niente né di noi, né di sé. È un’entità biologica parassita. Leggi

L’insostenibile bisogno di darsi una scossa

Per riuscire a sopportare il fatto di restarcene in casa, dobbiamo industriarci per tenere la nostra mente occupata. Occupata sì, ma nel modo più adatto a noi e più efficace. Leggi

Il lato luminoso della noia

Il fatto che ci stiamo annoiando, e che annoiarci non ci piace, può spingere la nostra mente a essere più creativa. A patto di lavorare sulla nostra capacità di prestare attenzione. Leggi

pubblicità
Cosa fare in tempi incerti

Ci sono alcune cose che, come singoli individui, possiamo fare non tanto per rendere i tempi meno incerti quanto per imparare a negoziare con il nostro individuale senso di incertezza. Leggi

Appesi all’ultima notizia

È venuto il momento, credo, di raccontare in dettaglio cos’è e come funziona una strategia cognitiva che ci coinvolge tutti. Riguarda la disponibilità di informazioni, e l’uso che ne facciamo. Leggi

Occuparsi delle cose importanti

L’idea che sia opportuno e giusto focalizzarsi in primo luogo su quanto è rilevante trova sostegno nel principio di Pareto, conosciuto anche come la regola 80/20. Leggi

I rimbalzi della responsabilità

Ho la sensazione che oggi la parola “responsabilità” stia rimbalzando da una notizia di cronaca all’altra con una frequenza inedita. Ecco perché ho pensato di provare a scrivere qualche riga sul tema. Leggi

Convinti a sproposito

Contrastare le fake news non basta. È anche indispensabile fare un esercizio di pensiero critico per quanto riguarda, per esempio, le relazioni di causa-effetto. Leggi

pubblicità
Sette cose che ci insegna il coronavirus

Cosa ci insegna, e cosa ci dice su noi stessi questa faccenda del coronavirus, sulla nostra condizione e su come percepiamo quanto ci accade intorno. Leggi

La vista corta sulla crisi climatica

Tra una manciata di mesi, tutto quanto oggi è in cima ai nostri pensieri sarà roba vecchia. Ma l’emergenza climatica continuerà a esistere. Leggi

Cambiare la politica cambiando le emozioni

Se il gioco è a chi emoziona di più, qualsiasi appello che contenga una componente razionale risulterà perdente. Ma forse è possibile cambiare le regole del gioco. Leggi

Quanto è complicato immaginare il futuro

Ci capita di dover immaginare il futuro molto più spesso di quanto crediamo. E ci riusciamo molto meno bene di quanto pensiamo. Leggi

Viaggiando si rallenta il tempo

Al termine di questo giro del mondo mi domando se tra dieci anni, o tra venti, avrà ancora senso e sarà ancora possibile proporsi di viaggiare con un intento di scoperta, e rallentando il tempo. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.