Non fiction

Il romanzo di un romanzo

Se l’anno scorso era il centocinquantenario della sua nascita, quest’anno ricorrono cento anni dalla morte di Marcel Proust. Mentre in Francia continuano mostre, riedizioni... Leggi

Distopia cinese

Due giornalisti investigativi del Wall Street Journal spiegano come avviene il controllo della vita dei cittadini attraverso la tecnologia digitale: dalla Cina al resto del mondo. Leggi

pubblicità
Maschi disintegrati

Con esempi tratti da casi clinici e letteratura militante, bell hooks mostra che il patriarcato, veicolato anche dalle madri, è il principale responsabile dell’infelicità dei maschi, al di là del loro orientamento sessuale. Leggi

Napoli tutto compreso

Dalla propria prospettiva di napoletano espatriato, esponente di una classe media intellettuale, Paolo Mossetti racconta in modo nitido e sconsolato la trasformazione della sua città negli ultimi trent’anni. Leggi

Storici e troll

Francesco Filippi, esperto delle relazioni tra storia e memoria, e abile decostruttore di luoghi comuni sul fascismo e il colonialismo italiani, offre un utile decalogo per un uso più corretto e meno inutilmente polemico del passato. Leggi

pubblicità
Fascismo senza filtro

La lettura diretta dei testi del duce, accompagnata da note leggere ma utili, fa emergere almeno due cose collegate tra loro. Leggi

Paese mio che stai sulla collina

L’associazione Riabitare l’Italia ritiene che invece di affrontare seriamente i gravi problemi dell’abbandono delle aree interne italiane il Pnrr privilegi il gusto e le necessità di chi nei “borghi” viene in vacanza e non di chi ci vive e ci lavora. Leggi

Il liberalismo di sé

“L’uomo moderno è nervosetto”, cantavano qualche anno fa Elio e le Storie Tese, dando voce a un sentimento diffuso. Nel suo libro Éric Sadin, che da tempo critica la rivoluzione digitale, prova a spiegare perché. Leggi

Critica della modernità

Di fronte alla crisi della democrazia e alla frustrazione politica di un numero crescente di persone che non sentono più di essere rappresentate (in Italia e non solo), è forse utile riflettere su quando questa crisi è cominciata. Leggi

Per l’internazionalismo

Edwy Plenel torna a criticare chi, nella sinistra, soprattutto francese, fa prevalere le ragioni della critica dell’interventismo statunitense su quelle della solidarietà con le popolazioni attaccate da Putin. Leggi

pubblicità
Da vittime a riparatori

Secondo la scrittrice e attivista queer statunitense Sarah Schulman è importante distinguere l’abuso che implica sempre la dominazione di un attore su un soggetto, da altre forme di conflitto meno sbilanciate. Leggi

Capire con i morti

Questa raccolta di ricordi di amici morti più o meno giovani, comunque prematuramente, è molto più che una serie di saggi brevi: è un’autobiografia di Goffredo Fofi e l’analisi di questioni fondamentali dell’ultimo secolo italiano. Leggi

Un parco per tutti

Yascha Mounk prova a trovare argomenti, pratiche e meccanismi istituzionali utili alla convivenza di gruppi diversi. Leggi

Bisonti, cervi e mani

La cosiddetta arte parietale, cioè immagini figurative tracciate sulle pareti delle grotte, fa riflettere gli studiosi, che si chiedono come e perché i primi uomini moderni si misero a disegnare. Leggi

Il professore e l’italiano

Per farsi un’idea dello stile garbato e ironico con cui Luca Serianni riusciva a trasmettere conoscenza è utile questa sua antologia commentata di poesie italiane. Leggi

pubblicità
Con la Cina sempre più vicina

Oggi a Hong Kong sono incarcerati adolescenti e illustratori per l’infanzia considerati una pericolosa propaganda contro il governo cinese. Il libro di Ilaria Maria Sala ci guida nella storia particolare di un posto unico. Leggi

Come pensiamo i rifugiati

Sono in tanti a dire che oggi gli spostamenti di individui e popolazioni registrano livelli mai visti prima. Per capire come si sia formata questa visione distorta, occorre affrontare la questione con gli strumenti dell’antropologia. Leggi

Una guerra sempre meno fredda

È appena uscito in francese, dopo la pubblicazione in spagnolo, un libro importante per capire la guerra fredda e la sua lunga eredità. Lo ha scritto Ricardo Grassi, giornalista argentino che per tanti anni ha vissuto a Roma. Leggi

Il mondo perduto

La giustificata impressione di vivere un’epoca di giganteschi cambiamenti fa moltiplicare siti e libri che parlano del mondo di prima. Leggi

Verità rivelate

Il 21 giugno è morta Patrizia Cavalli, autrice di poesie memorabili su esperienze quotidiane, testi che nel corso del tempo hanno raggiunto molti lettori, finendo per costituire un vero e duraturo successo di pubblico. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.