Ravenna

Il mercantile prima del naufragio

La nave Gokbel pochi minuti prima del naufragio al largo del porto di Ravenna. Il video di portoravennanews.com

Sono riprese le ricerche dei quattro marinai turchi dispersi nello scontro tra mercantili

A Ravenna sono riprese le ricerche dei quattro marinai turchi, tra cui il comandante e il primo ufficiale, scomparsi ieri nello scontro tra due mercantili a circa tre miglia dal porto. Le vittime accertate sono due, mentre cinque componenti dell’equipaggio sono stati soccorsi e trasportati in ospedale.

L’incidente è avvenuto alle 8:40 del 28 dicembre, quando la motonave turca Gokbel si apprestava a entrare in porto e la Lady Aziza, battente bandiera del Belize, stava uscendo. La prima nave è affondata, mentre la seconda, con equipaggio siriano, non ha riportato danni evidenti ed è stata rimorchiata in porto. I soccorsi sono stati difficili a causa del maltempo. Meteoweb

pubblicità
Cosa c’è di molto bello a Ravenna

Vedere recitare Ermanna Montanari è qualcosa che chiunque sia sensibile alle arti dovrebbe fare almeno una volta nella vita. È un po’ come vedere giocare Maradona o Federer. Qualcosa di simile a ciò che doveva essere osservare Rudolf Nureyev dal vivo. Ma io Nureyev non l’ho mai visto. Maradona invece sì, in diverse occasioni. E anche quando non era in forma, o la squadra non girava a dovere intorno a lui, era impossibile confonderlo con chiunque altro si fosse mai visto tirare calci a un pallone. Un alieno. Con Ermanna Montanari accade qualcosa di simile. Una delle più grandi attrici del nostro tempo, non solo in Italia. Leggi

Ravenna è la provincia italiana dove si vive meglio

Lo ha stabilito una ricerca del Sole 24 Ore. Trento è al secondo posto, Modena al terzo. All’ultimo posto si è classificata Agrigento. L’indagine del Sole 24 Ore è basata su sei parametri: tenore di vita, affari e lavoro, servizi ambiente salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero. Leggi

Tragedia esemplare

Angelo Ferracuti, Il costo della vita Leggi

pubblicità
Beppe Grillo e la televisione

Quella del comico che detesta la televisione è una favola. Beppe Grillo ci ha costruito sopra tutta la sua carriera. Leggi

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.