Goffredo Fofi

È un giornalista e critico teatrale, cinematografico e letterario. È stato animatore di riviste storiche come Quaderni Piacentini, Ombre rosse, Linea d’ombra, La terra vista dalla Luna, e direttore della rivista culturale Lo Straniero.

Goffredo Fofi
Vagabondaggi a Istanbul

Si esita a usare la parola capolavoro, ma forse va fatto per questa raccolta di racconti di Sait Faik Abasıyanık, da non perdere. Leggi

Piccolo mondo cinico

Il romanzo di Roberto Alajmo è come un grande noir che dipinge Palermo, il suo intreccio sociale, la sua vita quotidiana e un’inchiesta sbrindellata. Leggi

pubblicità
Que viva España

Per riscoprire Juan Benet vale la pena leggere L’aria di un crimine, che ha la struttura di un giallo ma è un romanzo-inchiesta che mescola con grande sapienza il visibile e il nascosto. Leggi

Sociologia fredda

I romanzi di Massimo Carlotto si distinguono per la fredda capacità di fare sociologia, perché ci fanno entrare nelle pieghe di un mondo e vedere da vicino il suo funzionamento. Leggi

Quando eravamo invasori

Il re ombra è un romanzo forte, originale e appassionante di una scrittrice nata in Etiopia, che evoca la tragedia dell’invasione fascista e la resistenza eroica di un popolo. Leggi

pubblicità
Partita sull’oceano

In Novella degli scacchi siamo su una nave tra Europa e Argentina e un rozzissimo campione di scacchi di origini russe e contadine si confronta con molti avversari e li vince tutti, meno uno. Leggi

Se la scienza diventa nemica

Benjamin Labatut affronta alcuni nodi centrali della scienza del novecento: i rischi che le grandi invenzioni invece di portar bene portino male. Leggi

Esplorazione orientalista

Bussola, di Mathias Énard, racconta le complesse relazioni tra oriente e occidente attraverso la storia d’amore tra due persone. Leggi

I radiodrammi del poeta

Nato come radiodramma, un genere raro che ha una bella storia e merita una nuova vita, Milk wood è bellissimo da ascoltare ma anche da leggere. Leggi

Passato al femminile

Jorge Ibargüengoitia ha imposto un genere insolito: la ricostruzione di fatti reali trattati con saggia distanza, un’indignazione sconfortata ma quasi allegra che manipola linguaggi giudiziari, burocratici, giornalistici. Leggi

pubblicità
Grandi storie al femminile

Tra le grandi narratrici del novecento, Sigrid Undset è stata ingiustamente dimenticata, ed è bello che torni. Leggi

Capire e conoscere

Con Voci di scrittori arabi di oggi e domani due esperte ci aiutano a conoscere una grande tradizione, coronata dal Nobel 1988 all’egiziano Nagib Mahfuz. Anche se pochi ne coltivano la storia e ne garantiscono la diffusione. Leggi

La sorella saggia

Grace Paley ha scritto, con Carver, i più bei racconti dopo Hemingway, reinventando una lingua per raccontare con immediatezza situazioni e personaggi quotidiani, di proletari e borghesi, di intellettuali e immigrati. Leggi

Matti da legare?

I “matti”, i loro curatori e i vicoli di Genova sono i protagonisti di questa narrazione fitta di personaggi e di storie, mescolate con l’accortezza di uno scrittore, Paolo Milone, fin troppo bravo per essere al suo esordio. Leggi

In un mondo precario

Piccolo capolavoro perfettamente odierno, Il silenzio di Don DeLillo è un racconto che resterà, ma solo se ci sarà ancora un futuro. Leggi

pubblicità
Clausura e pestilenze

Andrea Bajani e Siegmund Ginzberg hanno due modi di affrontare un presente apocalittico: la stanza dell’io, la città della peste. Leggi

Una crociera contemporanea

Il mare sottosopra è la storia di un incontro che cambia nell’autrice la percezione del mondo e delle sue responsabilità, e che dovrebbe oggi diventare comune. Leggi

Un gradito ritorno

Grazie a un benemerito piccolo editore, torna Massimo Bontempelli, protagonista della storia delle avanguardie, capofila della nostra “avventura novecentesca”. Leggi

Dalla parte giusta

Malese di origine cinese, Tash Aw crea un personaggio di assassino per caso che si racconta o, meglio, si confessa al telefono-registratore di una ragazza borghese. Due contesti, due vite. Leggi

Amici gatti

V.S. Naipaul osa comparare il dolore per la morte delle persone care a quello provato per la morte di un gatto. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.