Treviso

Angelino Alfano sostituirà la prefetta di Treviso

Il ministro dell’interno, Angelino Alfano, ha confermato che rimuoverà dal suo incarico la prefetta di Treviso, Maria Augusta Marrosu, dopo gli attacchi razzisti avvenuti nei giorni scorsi a Quinto, alla periferia della città.
Leggi

Aiutateci a non diventare razzisti

Tra le molte parole dette e scritte e urlate che accompagnano i piccoli tumulti di Quinto di Treviso e di Casale San Nicola, a Roma, due frasi si impongono e si inseguono in una apparente violenta contraddizione. La prima: fuori gli immigrati. La seconda: non siamo razzisti.  Leggi

pubblicità
Treviso chiama, Roma risponde: il solito copione dell’estrema destra

L’estrema destra approfitta dello scontento delle periferie, che si sentono abbandonate dalle istituzioni, e alimenta voci false sui migranti. Quello che è successo a Casale San Nicola e in Veneto ricorda i fatti di Tor Sapienza.  Leggi

A Treviso la polizia sgombera un gruppo di attivisti che manifestava in favore dei migranti

Saranno trasferiti nella caserma Serena di via Zermanese a Treviso i cento profughi ospitati nella palazzina di Quinto, dopo gli attacchi razzisti di Forza nuova e Lega nord e dei residenti della zona.

La prefettura di Treviso ha deciso di risolvere la situazione spostando i profughi. I sindaci di Treviso Giovanni Manildo e di Casier Miriam Giuriati hanno annunciato la decisione in un comunicato: “La caserma è un bene di proprietà del ministero della difesa sul quale i due comuni territorialmente interessati non hanno alcuna competenza”. Intanto a Treviso la polizia ha sgomberato alcuni manifestanti che avevano occupato la prefettura per esprimere solidarietà ai migranti attaccati a Quinto.

La polizia ha fermato 40 persone. I manifestanti in un comunicato hanno detto: “A Quinto di Treviso hanno permesso a Forza nuova e alla Lega nord di Luca Zaia di attuare delle azioni disumane, come la sottrazione del cibo e dei beni di prima necessità a chi scappa da guerre e dalle violenze”.

Attacchi razzisti, cosa è successo in questi giorni a Treviso e a Roma

L’arrivo di un centinaio di migranti nella periferia di Treviso ha scatenato le proteste dei residenti e dei militanti di Forza nuova e di Lega nord. Anche nella periferia di Roma, militanti di CasaPound e residenti stanno protestando contro il trasferimento di una ventina di migranti in un edificio scolastico in disuso.  Leggi

pubblicità
Questo parco giochi farà morire d’invidia tutti i gonfiabili del mondo

È in un bosco sul Montello, in provincia di Treviso. Leggi