VIDEO
L’aggressione di un poliziotto a una ragazza nera suscita proteste in Texas

L’aggressione di un poliziotto a una ragazza nera suscita proteste in Texas

09 giugno 2015 15:13

“Gli chiedevo di liberarmi, perché mi faceva male alla schiena”. Parla Dajerria Becton, la ragazza trattenuta a terra da un poliziotto in Texas, intervenuto in modo inutilmente brutale a un party in piscina venerdì 5 giugno, nella città di McKinney, a quanto pare perché vi erano rumori molesti per il vicinato.

Il video mostra l’agente buttare giù la quindicenne e subito dopo puntare la pistola contro i ragazzi che erano con lei alla festa. Il filmato, diventato subito virale, è stato visualizzato più di 7 milioni di volte e ha suscitato le critiche di molte persone, che accusano la polizia di discriminazione razziale.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.