In Brasile l’aborto è un tabù anche con l’epidemia di zika

27 maggio 2016 09:44

L’aborto in Brasile è un reato punibile con tre anni di prigione. Le donne possono interrompere la gravidanza solo se la loro salute è in pericolo, se sono state stuprate o in caso di morte celebrale del feto. Con il diffondersi del virus zika sono nati migliaia di bambini affetti da malformazioni. Talvolta i dottori consigliano alle loro pazienti di abortire, ma nei casi meno gravi non è permesso. Per questo molte donne ricorrono all’aborto clandestino, rischiando la vita. Il video del New York Times.

pubblicità