I primi difficili passi per la pace tra il governo colombiano e le Farc

10 aprile 2017 11:05

Il 24 novembre 2016 il governo di Juan Manuel Santos e le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (Farc) hanno firmato un accordo di pace che mette fine a più di cinquant’anni di guerra civile. Il trattato prevede la trasformazione delle Farc da organizzazione armata a partito politico, la consegna delle armi e il progressivo reintegro dei guerriglieri nella società civile. I negoziati sono durati più di quattro anni e si sono svolti a Cuba.

Agua Bonita è una delle 26 Zonas veredales transitorias de normalización, dove settemila guerriglieri hanno cominciato il processo di reinserimento nella società. Ma il governo colombiano è in ritardo nella costruzione delle infrastrutture e la consegna delle armi da parte dei guerriglieri è stata ritardata. Il reportage di Valeria Fraschetti.

pubblicità

Articolo successivo

Una vita selvaggia