Anatomia di una scena

Una serie di video del New York Times e di Internazionale dove il regista racconta una scena del suo film.

Alessandro Aronadio racconta una scena di Orecchie

19 maggio 2017 10:20

Orecchie è un film pieno di tempi comici dilatati e silenzi portati all’eccesso”, dice il regista Alessandro Aronadio. “Il protagonista sta facendo una visita da un otorino appassionato di sigari e di Mussolini. I primi sedici secondi di questa scena sono solo silenzio”.

Alessandro Aronadio è uno sceneggiatore e regista italiano. L’ultimo film che ha diretto è Due vite per caso (2010). Orecchie racconta la storia di un uomo che, svegliato da un fastidioso fischio nelle orecchie, trova un post-it che lo informa della morte di un amico di cui lui non ricorda nulla. Il protagonista, confuso, esce di casa e incontra alcuni personaggi che stravolgono la sua giornata.

Guarda gli altri video della serie Anatomia di una scena.

pubblicità

Articolo successivo

Lo scetticismo della stampa siriana per l’intervento occidentale
Catherine Cornet