Anatomia di una scena

Una serie di video del New York Times e di Internazionale dove il regista racconta una scena del suo film.

Alessandro Aronadio racconta una scena di Orecchie

19 maggio 2017 10:20

Orecchie è un film pieno di tempi comici dilatati e silenzi portati all’eccesso”, dice il regista Alessandro Aronadio. “Il protagonista sta facendo una visita da un otorino appassionato di sigari e di Mussolini. I primi sedici secondi di questa scena sono solo silenzio”.

Alessandro Aronadio è uno sceneggiatore e regista italiano. L’ultimo film che ha diretto è Due vite per caso (2010). Orecchie racconta la storia di un uomo che, svegliato da un fastidioso fischio nelle orecchie, trova un post-it che lo informa della morte di un amico di cui lui non ricorda nulla. Il protagonista, confuso, esce di casa e incontra alcuni personaggi che stravolgono la sua giornata.

Guarda gli altri video della serie Anatomia di una scena.

pubblicità

Articolo successivo

Nella Galizia sconosciuta tra scrittori e luoghi dimenticati
Andrea Pipino