VIDEO
Paul B. Preciado contro le identità imposte dal potere

Paul B. Preciado contro le identità imposte dal potere

11 dicembre 2019 09:49

“Sembra che oggi la questione dell’identità sia diventata un’ossessione, ma non è un argomento nuovo. Gran parte delle categorie che usiamo nasce dalla tradizione colonialista e capitalista emersa a partire dal quindicesimo secolo”, dice nel video Paul B. Preciado, intervistato al festival di Internazionale a Ferrara. “Non possiamo affermare che in natura o nella realtà esistano la femminilità e la mascolinità o l’omosessualità e l’eterosessualità”.

Paul B. Preciado è un filosofo spagnolo, si occupa di teoria queer e studi di genere. I suoi articoli sono pubblicati su Internazionale. Nel 2002 è uscito in Italia il suo primo libro, Manifesto controsessuale (Fandango libri 2019), diventato un punto di riferimento per l’attivismo trans e queer in Europa. Ha scritto anche Testo tossico. Sesso, droghe e biopolitiche nell’era farmacopornografica (Fandango libri 2015) e Terrore anale (Fandango libri 2018).

L’immagine di copertina è di Paco Freire (Sopa Images/LightRocket/Getty Images).

Guarda anche

L’identità nazionale è un’invenzione
Un video del New York Times spiega com’è nato e come si è sviluppato nel tempo il concetto di nazionalità.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.