NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Arte


  • 23 Mar 2017 19.00

In giro per i musei del mondo

Scultura vivente

A vent’anni Mari Katayama ha cominciato a esporre soprattutto in Giappone, attirando l’attenzione di critici e collezionisti statunitensi ed europei. Lei non avrebbe mai immaginato di diventare un’artista. Le sue opere sono ora in mostra al Museum of modern art di Gunma. E poi, gli specchi di Yayoi Kusama e le bambole di Michel Nedjar. Leggi

  • 22 Mar 2017 14.31

L’arte oltre la luce dei nostri schermi

A dicembre dell’anno scorso un’associazione non profit di Berlino, la Tactical technology collective, ha invaso una galleria di Manhattan, a New York. All’interno sono spuntati grandi schermi ed espositori, sui tavoli tablet scintillanti. A un primo sguardo poteva sembrava un negozio della Apple, ed era proprio questo il punto. Leggi

pubblicità
  • 18 Mar 2017 12.20

Arte e rivoluzione, l’eredità delle avanguardie sovietiche

Revolution. New art for a new world è un documentario che racconta l’incredibile parabola dell’arte sovietica dal 1917 al 1953. Leggi

  • 16 Mar 2017 19.13

In giro per i musei del mondo

Un rave tridimensionale

L’immagine di due ragazzi magri e mezzi nudi seduti sul ramo di un albero ha definito una generazione. Lutz and Alex sitting in the trees di Wolfgang Tillmans è l’evocazione perfetta della controcultura dei rave nei primi anni novanta. È riconoscibile anche per chi non ha una profonda conoscenza dell’arte contemporanea. Alla Tate modern una mostra esplora le più recenti sperimentazioni di Tillmans. Leggi

  • 11 Mar 2017 12.10

Art et Liberté, la folgorante stagione del surrealismo egiziano 

Una mostra al Reina Sofia di Madrid racconta il Cairo come nodo fondamentale per la diffusione del surrealismo durante la seconda guerra mondiale. Leggi

pubblicità
  • 10 Mar 2017 10.56
Francis Bacon e l’artista iraniano Bahman Mohasses in mostra a Teheran, in Iran. Le opere di trenta artisti occidentali e trenta artisti iraniani sono in mostra al museo di arte contemporanea della capitale iraniana, che vanta una delle collezioni di arte moderna più importanti al di fuori di Europa e Stati Uniti, con quadri di Pablo Picasso, Jackson Pollock e Andy Warhol. A stupire però è la scelta di includere nella mostra Francis Bacon e Bahman Mohasses, due artisti dichiaratamente gay le cui opere non erano mai state esposte prima in Iran, dove l’omosessualità è punibile con la condanna a morte e porta un grande stigma sociale.
  • 09 Mar 2017 18.19

In giro per i musei del mondo

Noi siamo i robot

Sessanta teste con grandi occhi penetranti ci fissano con feroce intensità. Sembrano sfidarci, determinate a superare le nostre potenzialità. Tra le righe di questa mostra sembra emergere ripetutamente l’ipotesi di come sarebbe un mondo dominato da robot. Leggi

  • 09 Mar 2017 14.42
È morto l’artista britannico Howard Hodgkin. Considerato uno dei più importanti pittori britannici contemporanei, Hodgkin è morto in un ospedale di Londra. Aveva 84 anni.
  • 09 Mar 2017 11.16

Le sanzioni dell’Onu colpiscono anche l’arte in Corea del Nord

Non solo missili balistici e omicidi al gas nervino. La Corea del Nord esporta opere d’arte, preferibilmente colossi in stile realismo socialista. Incassando milioni di dollari, troppi per il Consiglio di sicurezza dell’Onu, che ha incluso le statue in cima alla lista delle esportazioni proibite. Leggi

  • 07 Mar 2017 17.38

L’epopea di Alfons Mucha

Il dipinto L’introduzione della liturgia slava nella Grande Moravia dell’artista ceco Alfons Mucha, esposto al National art center di Tokyo, in Giappone. Secondo i curatori, è la prima volta che le venti tele che compongono l’Epopea slava sono esposte insieme al di fuori della Repubblica Ceca. La mostra durerà fino al 5 giugno.
pubblicità
  • 04 Mar 2017 18.00

Enzo Restagno e il mistero della testa di Dora Maar

Perché nel 1959, dopo aver deciso di commissionare a Picasso un monumento per il suo vecchio amico Guillaume Apollinaire, morto più di quarant’anni prima per le complicazioni di una ferita di guerra, si finì per esporre sopra un grande piedistallo di marmo un ritratto in bronzo di Dora Maar, che era stata l’amante e l’ispiratrice del pittore? Per ragioni piuttosto banali. Leggi

  • 02 Mar 2017 19.00

In giro per i musei del mondo

Uova d’artista

A Parigi il Palais de Tokyo ospita una serie di mostre intitolata En toutes choses (in ogni cosa) per l’intera stagione espositiva. Sette artisti che si sono messi alla prova con sculture abitabili si alternano nelle sale del museo da febbraio a maggio. Dal 29 marzo al 26 aprile sarà il turno di Abraham Poincheval che, dopo aver abitato una pelle d’orso, ha deciso di covare dieci uova di gallina. Leggi

  • 02 Mar 2017 10.26
È morto l’artista tedesco Gustav Metzger. Nato a Norimberga nel 1926, si rifugiò ancora bambino nel Regno Unito, dove in seguito frequentò la Cambridge school of art. Esponente dell’azionismo, è considerato il creatore della auto destructive art (Manifest der autodestruktiven Kunst, 1960) tutte forme di espressione artistiche tipiche del novecento, connotate da una forte critica al sistema capitalistico e anche al mondo delle arti. Metzger è morto nella sua casa di Londra. Aveva novant’anni.
  • 01 Mar 2017 19.00

I diritti d’autore nell’epoca di internet

Il Metropolitan museum di New York ha annunciato che metterà a disposizione del pubblico 375mila immagini in altissima risoluzione di opere delle sue collezioni. Le immagini si possono scaricare gratuitamente e si possono usare come si desidera. Leggi

  • 23 Feb 2017 19.00

In giro per i musei del mondo

Il discount dell’arte contemporanea

Gabriel Orozco ha trasformato la galleria Kurimanzutto di Città del Messico in un negozio della Oxxo, la catena locale di negozi a basso costo, con registratori di cassa, commessi, distributore di bibite, caramelle, preservativi e carta igienica. E poi, una mostra sulla plastica a Londra e sui giovani artisti cinesi a New York. Leggi

pubblicità
  • 22 Feb 2017 17.44
Il Louvre dedica una mostra a Johannes Vermeer. S’inaugura il 22 febbraio 2017 nel grande museo parigino un’esposizione sul pittore fiammingo: Vermeer et les maîtres de la peinture de genre. Una delle particolarità di Vermeer è di essere universalmente noto anche se le sue opere sono poche rispetto ad altri maestri fiamminghi suoi contemporanei. La mostra organizzata dal Louvre e che si potrà visitare fino al 22 maggio ha radunato dodici delle circa quaranta opere attribuite a Vermeer: tra queste La lattaia, La merlettaia e Donna che scrive una lettera alla presenza della domestica.
  • 22 Feb 2017 14.14

Ritratto del Mediterraneo 

​La mostra Rotte mediterranee ha l’obiettivo di esplorare le tante storie che si intrecciano nel Mediterraneo, i luoghi che vi si affacciano e le persone che lo attraversano. Dal Medio Oriente alle coste dell’Africa, dal Portogallo all’Italia, fino alla Turchia. Leggi

  • 17 Feb 2017 14.24
È morto l’artista greco Jannis Kounellis. Il maestro dell’arte povera è morto all’età di 80 anni il 17 febbraio a Roma, doveva aveva scelto di vivere dopo aver lasciato la Grecia all’età di vent’anni. Pittore e scultore, nato al Pireo nel 1936, Kounellis è noto soprattutto per le sue installazioni di grandi dimensioni e performance memorabili, realizzate con materiali d’uso ed elementi mitici e simbolici. Nel 2016 la Monnaie di Parigi ha ospitato una sua ampia retrospettiva.
  • 17 Feb 2017 11.42

Annette Messager e tutto quello che non avreste voluto sapere sul sesso

L’artista francese Annette Messager racconta il corpo delle donne attraverso graffiti, bambole e minacciosi giocattoli. Messaggera è il titolo della grande personale che ha appena allestito all’accademia di Francia a villa Medici, a Roma. Leggi

  • 15 Feb 2017 19.11

In giro per i musei del mondo

La riscoperta di Marisa Merz

Marisa Merz, l’unica donna tra gli esponenti dell’arte povera, e la meno conosciuta, è stata spesso identificata più come moglie di Mario Merz che come artista con una sua voce. Dopo più di mezzo secolo di scarsa attenzione critica, il Met Breuer la fa emergere come l’artista più vivace di un movimento spesso segnato da pretese intellettuali e poetiche, i cui temi astratti, che si appellavano alla natura e alla metafisica, avevano (e hanno tuttora) poca presa sulla sensibilità statunitense. Leggi

pubblicità