NUOVE NOTIZIE

AUTORI
NUOVE NOTIZIE

Chiara Lalli

Bioeticista e giornalista. Il suo ultimo libro è All you can eat. Atlante alimentare illustrato.

Chiara Lalli

  • 16 Mag 2016 13.18

L’utero artificiale renderà le donne più libere

Da una prospettiva femminista e liberale, Evie Kendal indaga come la gestazione e il parto impongano alle donne un peso fisico, sociale e finanziario. La disparità nella distribuzione dei rischi associati alla riproduzione è tutta a svantaggio delle donne. E non solo per i rischi di salute, ma pure per le implicazioni sociali e lavorative. Leggi

  • 06 Mag 2016 15.36

Il dibattito sulle unioni civili in Italia

La legge sulle unioni civili torna in aula senza alcune parti essenziali

Il 9 maggio il disegno di legge Cirinnà arriva alla camera, dove comincerà la discussione in vista del voto finale. Ma il testo su cui si voterà è stato spogliato di diritti fondamentali nel passaggio al senato. Primo tra tutti, garantire al figlio di una coppia dello stesso sesso di avere due genitori anche per legge. Leggi

pubblicità
  • 21 Apr 2016 16.13

La fecondazione eterologa resta un diritto per pochi privilegiati

Due anni fa la corte costituzionale dichiarava l’illegittimità del divieto della cosiddetta eterologa, cioè la possibilità di ricorrere a un gamete altrui. Caduto il divieto, è davvero possibile accedere a questa forma di procreazione medicalmente assistita? Non tanto, secondo l’inchiesta di Elvira Zaccari e Filippo Poltronieri, realizzata per l’associazione Luca Coscioni. Leggi

  • 21 Mar 2016 17.42

Vietare la ricerca su embrioni e ogm ha un costo altissimo

Domani la corte costituzionale esaminerà il divieto di sperimentazione embrionale stabilito dalla legge 40 sulla procreazione assistita ormai 12 anni fa. Cosa rimane a fondamento del divieto? Pregiudizi, credenze irrazionali, convinzioni animiste. Legittime se personali, ma non abbastanza forti da sostenere una legge coercitiva. Leggi

  • 26 Feb 2016 18.31

L’aborto è un servizio medico ma è trattato come un problema morale

Un decreto legislativo approvato a gennaio prevede un aumento esponenziale della sanzione prevista per chi ricorre a un aborto fuori dai termini stabiliti dalla legge 194. Una decisione che colpisce le donne più fragili e meno protette. E che soprattutto non affronta la causa principale del fenomeno: l’obiezione di coscienza dilagante, che in molte regioni d’Italia rende il ricorso all’interruzione volontaria di gravidanza quasi impossibile. Leggi

pubblicità
  • 10 Feb 2016 12.57

Il dibattito sul testamento biologico potrebbe finire con una legge orribile

Il 4 febbraio è cominciata la discussione sulle dichiarazioni anticipate di trattamento. Per l’ennesima volta si cercherà di affrontare una questione abbastanza semplice: possiamo scegliere se e come curarci? In larga parte no, secondo i disegni di legge presentati. Leggi

  • 03 Feb 2016 15.20

Il dibattito sulle unioni civili in Italia

La strana alleanza contro la maternità surrogata

È più raro e impopolare, rispetto a qualche anno fa, condannare le unioni civili. Sebbene permangano proteste particolarmente arretrate, la furia si è spostata sulla maternità surrogata. “Gli adulti va bene, ma i figli?”. Schiavitù, sfruttamento, mercificazione, sacralità della madre sono i termini che ricorrono in un dibattito sbilenco e caratterizzato da argomenti emotivi e irrazionali. Leggi

  • 26 Gen 2016 14.41

Il dibattito sulle unioni civili in Italia

Neanche una piazza piena può negare un diritto

Anche se il 23 gennaio in piazza ci fosse stato un solo manifestante a difesa del disegno di legge Cirinnà, la discriminazione fondata sulle preferenze sessuali non diventerebbe meno grave. Questa ossessione sui numeri rischia di farcelo dimenticare quando si parla di diritti, soprattutto quando il riconoscimento di quei diritti mancanti non toglierebbe nulla a nessuno. Leggi

  • 21 Gen 2016 14.20

Meno divieti e più scienza per curare l’anoressia

“Non fate ritocchi con Photoshop!”. “Vietate alle persone troppo magre di fare le modelle!”. Ciò che porta a suggerire simili soluzioni sembra essere un’idea davvero molto ingenua: se vedi un’anoressica, se la magrezza è il modello estetico dominante, se la taglia 42 è l’ex 46, allora finirai per ammalarti e per diventare anoressica. Leggi

  • 13 Gen 2016 16.33

Bastano pochi dati per smontare le bugie degli antiabortisti

È morta a meno di vent’anni presso l’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli, a Napoli. Era all’undicesima settimana di gravidanza. Stava abortendo perché l’assunzione di alcuni farmaci aveva verosimilmente danneggiato il feto. Dopo la notizia sono subito scattati i commenti e le reazioni asserviti a uno scopo ben preciso: condannare gli aborti volontari e magari riuscire a renderli nuovamente illegali. Leggi

pubblicità
  • 11 Gen 2016 10.32

La prossima famiglia nascerà dal matrimonio plurale

Perché non ci si può sposare in più di due? Chi lo ha stabilito e chi dice che non possa cambiare? Molti comportamenti in passato erano giudicati inammissibili, molte leggi erano ritenute giustificabili – e ora non è più così. Leggi

  • 15 Dic 2015 10.20

Il gender è una cosa bellissima

Per capire meglio le ragioni della furia antigender, bisogna risalire alle origini di questo concetto. Tutto comincia con la Conferenza internazionale su popolazione e sviluppo dell’Onu del 1994. Il rapporto finale ha una posizione rivoluzionaria sulle donne: uguaglianza, promozione delle loro condizioni, parità tra i sessi. Leggi

  • 04 Dic 2015 17.00

Il no presuntuoso di alcune femministe alla maternità surrogata

Le femministe di Se non ora quando lanciano un appello per la messa al bando globale della pratica della maternità surrogata, accusandola di trasformare le donne in oggetto. È per il nostro bene, ovviamente, come il più feroce e infido paternalismo. Siete troppo sciocche per decidere da sole. Ci siamo noi a difendervi. Non lo avete chiesto? Pazienza. Leggi

  • 20 Nov 2015 12.58

Le domande sui trapianti che non possiamo ignorare

La discussione sul trapianto di organi appare più fredda di quella sull’aborto o sull’eutanasia, ma nasconde alcuni problemi morali di non facile soluzione, come accade ogni volta che un bene è richiesto più di quanto sia disponibile. Leggi

  • 10 Nov 2015 15.31

Nessuno scelga al posto delle donne sulla maternità surrogata

La presunzione di parlare in nome di tutte le donne è pericolosa e miope. E la volontà di difendere le persone dalle loro stesse scelte è paternalistica e anche un po’ ridicola.  Leggi

pubblicità
  • 01 Nov 2015 15.03

Cosa c’è di vero nell’allarme sulle carni lavorate che provocano il cancro

Alimentazione e salute. Cancro e scarsa familiarità con l’epidemiologia e la valutazione del rischio. Ecco gli ingredienti per un sicuro disastro. Ancora ci ricordiamo la mucca pazza e le reazioni spropositate alla minaccia. In ogni epidemia, in atto o probabile, ci sono due pericoli: il virus misterioso e mortale e la reazione delle persone, spesso non meno mortale del primo. Leggi

  • 29 Ott 2015 12.29

Perché il ministero della salute non può sostenere l’omeopatia

L’omeopatia gode di popolarità e consenso, ma nessuna ricerca ha mai dimostrato che possa ottenere risultati superiori al semplice effetto placebo. Per questo le istituzioni sanitarie dovrebbero evitare di esprimere pubblicamente il loro appoggio a una pratica dubbia e non supportata da evidenze scientifiche. Leggi

  • 23 Ott 2015 15.36

Quanto ci costano le frodi scientifiche

Quanto ci è costato il caso Stamina, cioè la frode di Davide Vannoni? E quali sono gli effetti, ancora oggi, delle bugie di Andrew Wakefield sui vaccini che causerebbero l’autismo? Quanto costa, in generale, ritrattare un articolo scientifico o denunciare una manipolazione?  Leggi

  • 02 Set 2015 13.32

Anche le donne cattoliche abortiscono

Ieri papa Bergoglio ha detto che in occasione dell’imminente giubileo le donne che hanno abortito potranno essere perdonate. Ma che cosa vuol dire? Che si devono pentire, d’accordo. Cioè che non lo rifarebbero mai? E come lo si garantisce? E se poi lo rifanno? Leggi

  • 26 Giu 2015 13.58

Il sindaco che a scuola grida al lupo contro il gender

“Si chiede di voler raccogliere i libri ‘gender’, genitore 1 e genitore 2, consegnati durante l’anno scolastico e prepararli al fine del ritiro che avverrà al più presto da parte di un incaricato. Con i migliori saluti”. Questo è il testo della circolare inviata al personale docente di asili nido e scuole dell’infanzia dal neosindaco di Venezia Luigi Brugnaro, che mantiene così le promesse della campagna elettorale. 
  Leggi

pubblicità