NUOVE NOTIZIE

OSSESSIONI
NUOVE NOTIZIE

Scuole

Come sta la scuola pubblica? In Italia non se la passa troppo bene: alunni e studenti la trovano vecchia e noiosa, e sono pochi i soldi a disposizione per migliorarla. Il confronto con il resto del mondo ci fa capire che non dev’essere per forza così.


  • 11 Mar 2017 10.45

Tra i banchi delle nuove scuole che seguono le tracce di don Milani

Ho deciso di festeggiare i 50 anni della pubblicazione di Lettera a una professoressa andando a visitare alcune scuole. Scuole un po’ strane, né pubbliche né private, scuole senza voti né bocciature, dove s’insegna a tutti, ricchi e poveri, italiani e immigrati, non “un ospedale che cura i sani e rifiuta i malati, per usare le famose parole di don Milani. Leggi

  • 27 Feb 2017 11.46

Lo studente anatra e lo studente capovolto

Oggi gli studenti vengono sommersi da un’enorme quantità di informazioni che loro dovrebbero “imparare”, come se fossero anatre all’ingozzo. Ma, mentre pretende che gli studenti “imparino”, la scuola di norma non fornisce loro nessuno strumento e nessun sostegno per “imparare”, cioè per gestire in modo sano e produttivo le informazioni che elargisce in maniera intensiva e incessante. Ecco un esempio diverso. Leggi

pubblicità
  • 24 Feb 2017 11.53

A scuola di WhatsApp

Ho una figlia di tre anni e mezzo e mi sto chiedendo se sia necessario per la sua sana crescita che io faccia parte del gruppo WhatsApp delle mamme dell’asilo. Leggi

  • 23 Feb 2017 11.56

La buona scuola ha fallito?

Dopo il suicidio rumoroso del governo Renzi, il leitmotiv dell’opposizione è uno solo: tutte le sue riforme hanno fallito. Il governo Gentiloni sembra nato per far dimenticare l’attivismo frenetico e conflittuale del precedente premier. La buona scuola rischia di diventare la vittima sacrificale di questo rito di passaggio. Leggi

  • 04 Feb 2017 10.43

I voti e le bocciature fanno male agli studenti e alla scuola

Alla fine i voti sono rimasti anche nella scuola primaria e media. Ministra e governo hanno avuto paura di andare contro l’opinione prevalente degli insegnanti, già abbondantemente irritati per alcune pessime conseguenze della legge della buona scuola e contro diversi opinionisti di peso, che vedono nei voti e nelle bocciature i simboli di una scuola seria e rigorosa. Leggi

pubblicità
  • 03 Feb 2017 11.21

Cosa vuole la lobby delle università telematiche dal senato 

Le università telematiche italiane sono unite contro l’ultimo atto della ex ministra Stefania Giannini, che gli ha imposto di rispettare il rapporto tra il numero di studenti e quello dei professori. La pattuglia favorevole alle telematiche è formata da rappresentanti di tutto il parlamento. Una sintonia rara quando si tratta di altre vicende legate all’istruzione. Leggi

  • 16 Gen 2017 12.01

Far crescere i cittadini di domani

Barack Obama ha citato l’istruzione prima del sindacato tra i fattori che possono contrastare il crescere delle disuguaglianze. Questo non significa che previdenza, fisco, tutela dei lavoratori non siano importanti: interventi in questi settori garantiscono che sia preservato un decente e dignitoso livello di qualità della vita per i cittadini. Ma l’istruzione può fare qualcosa in più: migliorare i cittadini stessi. Leggi

  • 06 Gen 2017 13.29

Gesù e gli indiani

Cosa ne pensi dell’ora di religione alla scuola materna? Quando ho scoperto che esisteva ho pensato: per amor del cielo, la religione alla materna no! Esagero? Leggi

  • 27 Dic 2016 19.00

Occhio alla media superiore

Il 29 novembre sono stati presentati i risultati della quarta indagine internazionale sulla capacità in matematica e scienze di alunni del quarto e dell’ottavo anno della scuola di base. Leggi

  • 16 Dic 2016 19.11

Il professore pericoloso

Tpusa: bisognerà abituarsi a questa sigla? È un acronimo per Turning point for Usa. L’organizzazione, fondata nel 2012 da Charlie Kirk, un giovane leader poco più che ventenne, si definisce non profit, ma accetta donazioni, spesso cospicue. La svolta invocata dal nome è far emergere i giovani studenti conservatori, collegarli, educarli, sensibilizzarli ai valori del conservatorismo, organizzarli per promuovere questi valori nei campus Leggi

pubblicità
  • 08 Dic 2016 18.00

La storia si complica

Nelle elezioni primarie della destra francese la scuola è stata in primo piano. E ciò è di per sé interessante. Leggi

  • 28 Nov 2016 12.43

Studiare è una faccenda di coaching, mentoring e tutoring: parola di Miur

Viene il sospetto che alla base della scelta linguistica di tradurre in inglese pratiche didattiche interessanti, sensate e potenzialmente efficaci ci sia uno stravagante e non so quanto consapevole presupposto: che l’uso dell’inglese renda qualsiasi proposta più moderna, attraente, realizzabile e operativa. Leggi

  • 25 Nov 2016 18.01

Valutare il prima dal dopo

Dal libro Scuola di classe di Roberto Contessi emerge un criterio per valutare le istituzioni formative: studiare attraverso gli anni le sorti lavorative e sociali di chi vi si è formato. Leggi

  • 18 Nov 2016 19.00

Lexi torna al corsivo

Imparare a scrivere manualmente in corsivo ha effetti benefici sullo sviluppo linguistico e cognitivo. Perciò a maggio lo stato dell’Alabama ha approvato la Lexi’s law per conservare uso e apprendimento del corsivo manuale nelle scuole. Leggi

  • 16 Nov 2016 15.29

Con l’alternanza scuola-lavoro l’istruzione s’inchina al modello McDonald’s

A ottobre il ministero dell’istruzione ha presentato un protocollo d’intesa con sedici aziende per l’alternanza scuola-lavoro nel triennio delle superiori, una disposizione prevista dalla riforma della Buona scuola. Un progetto dalle finalità educative poco chiare, che sembra promuovere solo la necessità di adattarsi al mondo del lavoro attuale, rinunciando a qualsiasi spirito critico o possibilità di trasformazione. Leggi

pubblicità
  • 11 Nov 2016 19.00

I nemici dell’istruzione

La terza impietosa indagine internazionale sui livelli di alfabetizzazione linguistica e matematico-scientifica delle popolazioni di una trentina di paesi ricchi (cosiddetti “sviluppati”) ha confermato, come altre volte qui si è detto, le due precedenti. Le indagini classificano cinque livelli crescenti di alfabetizzazione. Leggi

  • 04 Nov 2016 17.35

Ben venga lo straniero

Cresce ancora il flusso internazionale di studenti che si spostano dal paese nativo per frequentare l’università in un paese straniero. Ormai se ne occupano non solo i centri specializzati, come Campus in Francia, ma istituti statistici, come l’Istat, oltre all’Unesco. Le iscrizioni di non nativi hanno superato largamente i due milioni. Leggi

  • 28 Ott 2016 19.00

La filastrocca delle disuguaglianze

Il Cnesco è il Conseil national d’évaluation du système scolaire, un po’ come il nostro Invalsi, ma indipendente dal ministero dell’istruzione. Saggiamente non lavora con la pretesa di fare censimenti totali, ma sta facendo inchieste mirate. E ora ha diffuso un nuovo rapporto. Leggi

  • 19 Ott 2016 19.15

Classi fuori di classe

Sorpresa per molti. Theresa May, dal 13 luglio capo del governo del Regno Unito, ha dedicato il primo intervento pubblico non alle più note questioni politiche, immigrazione, brexit, terrorismo. Invece ha parlato di scuola. Leggi

  • 14 Ott 2016 13.03

In Africa c’è bisogno di milioni di insegnanti

In occasione della giornata mondiale dell’insegnante, l’Istituto di statistica dell’Unesco ha reso note le prime stime sulla carenza di insegnanti in tutto il mondo, e il quadro è a tinte fosche soprattutto per l’Africa. Leggi

pubblicità