22 agosto 2015. A bordo della nave Bourbon Argos di Medici senza frontiere ci sono 311 persone, salvate in mare il giorno prima. (Francesco Zizola, Noor Images per Medici senza frontiere)

La nave della salvezza

25 agosto 2015 11:42

Il 22 agosto 2015 la nave di ricerca e soccorso di Medici senza frontiere (Msf) Bourbon Argos ha accolto a bordo 311 persone – tra cui 75 minori non accompagnati – per la maggior parte originarie dell’Africa subsahariana.

Nel maggio del 2015, visto il drammatico aumento dei migranti tratti in salvo o morti nel Mediterraneo, Msf ha lanciato delle operazioni di ricerca e soccorso nel mar Mediterraneo, usando le navi MY Phoenix (in collaborazione con il Moas), Bourbon Argos e Dignity I. Le tre navi hanno soccorso finora più di 12mila persone.

A loro Msf ha dedicato la campagna Milioni di passi, con un appello all’opinione pubblica e ai governi perché sia data umanità al tema delle migrazioni forzate e venga garantito a tutti il diritto di avere salva la vita.

Francesco Zizola è stato a bordo della Bourbon Argos per documentare le operazioni. Il fotoreporter sarà al festival di Internazionale a Ferrara dal 2 al 4 ottobre 2015.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti