Migranti

Ogni giorno centinaia di persone si mettono in viaggio per cercare di raggiungere l’Europa. Sognano una vita migliore, ma spesso finiscono tra le mani dei trafficanti o in centri di detenzione.

Il Messico è diventato lo scudo degli Stati Uniti contro i migranti

Il presidente Andrés Manuel López Obrador è accusato di ostacolare i migranti africani e haitiani diretti a nord. Le autorità del paese starebbero commettendo violenze e abusi su di loro. Il reportage video di Samuel Bregolin. Leggi

I dubbi sugli aiuti europei usati per fermare l’immigrazione dall’Africa

Lanciato nel 2015, il Fondo fiduciario di emergenza dell’Ue per l’Africa doveva promuovere la stabilità e combattere “le cause profonde della migrazione irregolare”. Secondo gli operatori del settore, però, i risultati sono discutibili. Leggi

pubblicità
L’occidente deve aprire le porte ai migranti in fuga dalla crisi climatica

Il riscaldamento globale causato dai paesi industrializzati costringe milioni di persone a cercare riparo dalla fame e dalla siccità. Consentire l’emigrazione in sicurezza verso il mondo ricco può aiutare chi resta e chi parte. Leggi

L’accordo tra Londra e Kigali sui migranti solleva molti dubbi

Il governo conservatore ha chiesto al Ruanda di accogliere le persone entrate illegalmente nel Regno Unito. Anche se il paese africano non garantisce nessuna garanzia di rispetto dei diritti umani. Leggi

Il governo britannico favorisce la discriminazione tra i profughi

Il piano di Londra prevede l’invio verso il Ruanda, dietro compenso, di chi cerca di entrare nel Regno Unito scappando dalla guerra o dalla miseria. L’eccezione accordata a chi proviene dall’Ucraina è un palese errore politico. Leggi

pubblicità
Naufragi senza fine

L’ong Medici senza frontiere ha dato notizia del naufragio, il 2 aprile, di un gommone con a bordo un centinaio di persone nelle acque internazionali di fronte alla Libia.... Leggi

Tracce del movimento

“Come narreranno gli studiosi di domani la cosiddetta crisi migratoria dell’inizio del ventunesimo secolo?”: è la domanda alla base di L’archivio Mediterraneo. Leggi

Il muro inutile tra Haiti e la Repubblica Dominicana

Il presidente dominicano vuole costruire una barriera per fermare il narcotraffico e l’immigrazione illegale. Ma l’esempio degli Stati Uniti insegna che erigere muri non serve. Leggi

Anche l’Ungheria di Orbán ha dovuto imparare l’accoglienza

Più di tre milioni di ucraini hanno lasciato il loro paese: almeno duecentomila hanno raggiunto il territorio ungherese, per anni dominato dalle politiche antimigratorie del premier Viktor Orbán. Diario da Záhony. Leggi

Il racconto della guerra in Ucraina rivela il razzismo occidentale

I giornalisti sembrano increduli davanti a un conflitto che ritenevano possibile solo in un paese “del terzo mondo” E i governi accolgono i profughi ucraini ma respingono chi fugge dall’Afghanistan o dalla Siria. Leggi

pubblicità
Leopoli è un campo profughi a cielo aperto

Un milione di persone sono scappate in una settimana dall’Ucraina e nei negoziati c’è stato un accordo sulla creazione di corridoi umanitari. La maggior parte di loro passa dalla città dell’Ucraina occidentale, che intanto si prepara a combattere. Leggi

L’Europa apre le porte ai profughi ucraini

Volontari e organizzazioni umanitarie da tutta Europa stanno arrivando in Polonia per accogliere i profughi ucraini in fuga dalla guerra. E anche l’atteggiamento dei governi sembra cambiato. Leggi

In Colombia i bambini venezuelani  sono costretti a lavorare

Molti minori che lasciano il Venezuela per cercare opportunità migliori nel paese vicino finiscono nelle reti di bande criminali che li sfruttano. Leggi

Cinque anni dopo l’accordo con la Libia, per i rifugiati non c’è speranza

Sono più di 80mila le persone fermate e riportate in Libia, un paese che non può essere considerato sicuro. E l’Italia ha speso quasi un miliardo di euro per cooperare con la cosiddetta guardia costiera libica e per finanziare i centri di detenzione. Leggi

La verità preconfezionata del governo polacco sulla crisi dei migranti

Per un giornalista ci sono due modi per accedere al confine da cui cercano di passare i migranti provenienti dalla Bielorussia: accompagnati dai militari oppure fingendo di essere qualcos’altro e scoprendo molto di più. Leggi

pubblicità
Oltre la soglia

Simona Iurlaro ha documentato la vita quotidiana della famiglia Leila, di origine egiziana ma residente a Lodi da vent’anni. Leggi

Chi, al contrario di Djokovic, resta prigioniero nel Park hotel

Il tennista, fermato alla frontiera perché non vaccinato contro il covid-19, è stato liberato. Ma nell’hotel-prigione in cui era stato trattenuto le persone raccontano di essere ancora rinchiuse come in una gabbia. Leggi

Sguardi plurali

Tre giovani fotografi raccontano le migrazioni e le seconde generazioni in Italia partendo dalla loro esperienza personale. Leggi

La crisi del caffè alimenta l’esodo dei migranti dal Centroamerica

Le piccole piantagioni della regione si stanno svuotando. Le famiglie sono piegate da anni di difficoltà legate ai tornado, alle malattie fungine e poi dalla pandemia. Per tanti l’unica alternativa è tentare di migrare negli Stati Uniti. Leggi

I migranti senza nome nel canale della Manica

La prospettiva interna impedisce a Francia e Regno Unito di trovare una soluzione agli attraversamenti della Manica e rischia di strumentalizzare la morte di 27 persone. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.