Francesca Spinelli

È giornalista e traduttrice. Vive a Bruxelles e collabora con Internazionale. Su Twitter: @ettaspin

In Belgio i sans-papiers lottano per i loro diritti

Dal 23 maggio oltre 450 persone senza documenti portano avanti uno sciopero della fame a Bruxelles per chiedere di essere riconosciuti dal paese in cui vivono e lavorano da anni. È una lotta per la dignità di tutti. Leggi

Il lungo viaggio di un musicista siriano e del suo cane Stella

Bassel Abou Fakher è fuggito dalla Siria nel 2015 e oggi vive in Belgio. Ha raccontato il suo viaggio in un libro per bambini e nonostante i cattivi ricordi ha raggiunto molti traguardi. Leggi

pubblicità
La lezione del Belgio sullo ius soli

In Belgio la storia della legge sulla cittadinanza s’intreccia a quella dell’emigrazione italiana, ricordandoci che qui gli stranieri senza cittadinanza sono stati a lungo gli italiani. Leggi

Traduzione, violenza e pluralismo

“Smettiamo di pensare la traduzione come un’operazione solamente positiva di accoglienza dello straniero o di apprendimento degli altri attraverso le lingue”. Le parole dell’autrice Tiphaine Samoyault non possono lasciarci indifferenti. Leggi

Gli scenari distopici del patto europeo sull’immigrazione

Nel Patto sull’immigrazione e l’asilo alcune prassi illegittime diventano la regola e sono usate alcune parole che sembrano prese dalla McKinsey, l’azienda di consulenza privata che si è occupata delle domande di asilo in alcuni paesi. Leggi

pubblicità
I dilemmi di una traduttrice

Affrontare la parola inglese blackness è stato un piccolo terremoto. I tentativi, i nuovi significati, le eccezioni, la storia dietro un vocabolo. Leggi

Il Belgio prova ad affrontare le ombre del suo passato coloniale

Le proteste scoppiate dopo l’uccisione di George Floyd hanno riacceso il dibattito sulla colonizzazione e sul razzismo anche in Belgio, a partire dalla figura del re Leopoldo II. Leggi

L’improbabile avventura di Steve Bannon in Europa

L’ex consigliere di Donald Trump vuole conquistare uno spazio politico nel vecchio continente. Può contare su alcuni alleati fedeli e sulla generosità dei mezzi d’informazione, soprattutto quelli italiani. Ma il suo peso politico è minimo. Leggi

In Belgio anche le donne vogliono essere protagoniste del carnevale

A Binche, nella Vallonia, le donne hanno sempre svolto un ruolo fondamentale dietro le quinte del carnevale. Una tradizione che non tutte apprezzano. Leggi

In Belgio il Global compact divide il governo e rafforza l’estrema destra

Il primo ministro Charles Michel ha aderito alla proposta Onu sui migranti e i nazionalisti hanno lasciato il governo. Il nuovo esecutivo è più fragile del precedente. Leggi

pubblicità
Che cos’è il Global compact e perché l’Italia vuole rimanerne fuori

Qual è la posizione dell’Italia, quale quella degli altri paesi europei e perché in Belgio il Global compact rischia di far cadere il governo. Leggi

La poesia di frontiera di Serge Meurant

Impegnato nel collettivo Morts de la rue, rende omaggio alle persone senza dimora morte per le strade in Belgio, terra di immigrazione sempre più ostile. Leggi

La prevedibile morte di una bambina curda, uccisa dalla polizia belga

Si chiamava Mawda ed era nata in Germania nel 2016. I suoi giovani genitori erano fuggiti dal Kurdistan iracheno. Nella notte tra il 16 e il 17 maggio 2018 è morta dopo essere stata raggiunta da un colpo sparato da un poliziotto. Leggi

Chi si oppone ai rimpatri dei migranti finisce in tribunale

Il 13 dicembre un tribunale belga si pronuncerà sul caso di sei passeggeri incriminati per aver protestato contro un’espulsione su un volo per il Camerun. Leggi

La lotta al traffico di migranti è solo un diversivo

I governi europei hanno fatto del contrasto ai trafficanti di migranti una priorità. Ma i veri obiettivi sono altri: ostacolare la circolazione delle persone, criminalizzare le ong e confondere l’opinione pubblica. Leggi

pubblicità
E se Puigdemont chiedesse asilo politico in Belgio?

Il leader catalano oggi è a Bruxelles per incontrare i rappresentanti del partito nazionalista fiammingo. Tra loro c’è Theo Francken, secondo cui Puigdemont potrebbe chiedere asilo politico. Leggi

In Belgio il diritto alla casa apre una nuova stagione di lotte

Approvata il 5 ottobre, una nuova legge criminalizza le occupazioni abusive di alloggi vuoti. Un provvedimento in controtendenza rispetto alle recenti evoluzioni nella lotta per il diritto all’abitazione. Leggi

Belgio, Italia e Sudan collaborano per i rimpatri dei migranti

Una polemica simile a quella scoppiata in Italia nel 2016 travolge il governo belga, accusato di calpestare i diritti umani e di corteggiare l’estrema destra. Leggi

Sui visti umanitari per i profughi la battaglia è ancora aperta

La recente sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea segna un punto a sfavore di chi chiede vie di accesso legali e sicure per i profughi che desiderano raggiungere l’Unione europea. Ma la riforma del codice dei visti offre un’altra occasione di cambiamento, e il parlamento europeo è deciso a non lasciarsela sfuggire. Leggi

Come cambierà il regolamento di Dublino sul diritto d’asilo europeo

Il regolamento di Dublino è tornato al centro di accese discussioni tra la Commissione europea, gli stati dell’Unione e il parlamento europeo, con la proposta di riformarlo una terza volta. Ma la riforma rischia di penalizzare i richiedenti asilo, che rimarranno pedine in mano ai singoli governi. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.