The sentinels: electrosensitivity in Italy. (Claudia Gori)

Nuove visioni a Cortona

11 giugno 2018 17:02

A luglio torna Cortona on the move, il festival di fotografia che si svolge da otto anni nella cittadina toscana, tra il centro storico e la fortezza medicea del Grifalco.

Il programma della nuova edizione conferma l’attenzione del festival per i temi di attualità e per gli autori che sanno raccontarli con stili e approcci innovativi. Oltre alle mostre principali, quest’anno dedicate soprattutto a lavori di fotografe, Cortona organizza dei concorsi, open call, per scoprire nuovi progetti o proposte editoriali. Uno di questi è New visions, realizzato in collaborazione con LensCulture, la piattaforma di professionisti del settore che negli ultimi anni si è affermata come una delle più grandi comunità online di fotografia contemporanea. Tra 570 partecipanti, la giuria ha scelto i tre finalisti che saranno premiati con una mostra individuale durante il festival: Ernst Coppejans, Claudia Gori e Marylise Vigneau.

In Sold il fotografo olandese Ernst Coppejans affronta il tema della tratta di esseri umani con una serie di ritratti anonimi delle vittime, realizzati in luoghi sicuri dove possono raccontare la loro storia e ricostruire la propria vita. Con The sentinels: electrosensitivity in Italy Claudia Gori si occupa invece di chi negli ultimi anni afferma di essere elettrosensibile, cioè di soffrire di diversi sintomi fisici e psichici che potrebbero essere causati dai campi elettromagnetici. Per Article 19, Marylise Vigneau è andata a Lahore, in Pakistan, dove ha ritratto quelle persone le cui opinioni e i loro modi di vivere non sono tollerati dalle leggi del paese.

La rassegna, organizzata dall’associazione Onthemove e con la direzione artistica di Arianna Rinaldo, sarà inaugurata il 12 luglio e si concluderà il 30 settembre. Nel weekend di apertura, dal 12 al 15 luglio, ci saranno incontri, workshop e letture portfolio.

pubblicità