05 maggio 2020 18:50

Negli Stati Uniti il virus aggrava la crisi degli oppioidi

Operatori sanitari e amministratori in molte località degli Stati Uniti sono preoccupati che la pandemia di Sars-cov-2 possa rendere ancora più difficile gestire un’altra crisi sanitaria: quella causata dall’assunzione di farmaci oppioidi.

Il Daily Beast riferisce che da quando è cominciata la pandemia in alcune città il numero di morti per overdose da oppioidi è aumentato. Il sito riporta le parole di Anahi Ortiz, un medico della contea di Franklin, in Ohio. Ortiz spiega che nei quattro venerdì di aprile c’è stato un aumento costante delle morti per overdose da oppioidi. Solo il 25 aprile sono state sei. La contea di Montgomery, nello stesso stato, sostiene che tra marzo e aprile le morti per overdose sono aumentate del 50 per cento rispetto allo scorso anno. Dati simili vengono riportati anche dalle autorità di altri stati, come Texas, Florida, Pennsylvania e New York.

Secondo molti esperti questa tendenza si spiega con il fatto che il distanziamento sociale e le altre misure imposte per frenare la diffusione del virus stanno rendendo più difficile per chi soffre di dipendenze ottenere i trattamenti e le cure di cui avrebbero bisogno.

Di conseguenza queste persone, che nella maggior parte dei casi sono povere e hanno sistemi immunitari indeboliti, restano completamente isolate da resto della società. Quindi si procurano altri farmaci o sostanze, le assumono in dosi diverse da quelle a cui erano abituate e di conseguenza aumenta il rischio di overdose. Inoltre la chiusura dei confini tra gli stati e le restrizioni ai viaggi rendono più difficile comprare sostanze sul mercato illegale, e questo paradossalmente fa aumentare i rischi.

La situazione, spiega il National Geographic, è particolarmente preoccupante per chi stava cercando di uscire dalla dipendenza, che oltre a non avere accesso ai farmaci usati in questo tipo di terapie in molti casi non può nemmeno comprare alcol perché i negozi per molto tempo sono rimasti chiusi.

Nel 2018 negli Stati Uniti almeno 46mila persone sono morte di overdose di farmaci o sostanze a base di oppioidi.