Alexander Moschkowich, Ap/LaPresse

Il 9 luglio Marcelo Arruda, un funzionario locale del Partito dei lavoratori (Pt), la principale forza politica dell’opposizione, è stato ucciso da Jorge José da Rocha Guaranho, guardia carceraria federale e sostenitore del presidente di destra Jair Bolsonaro. “Arruda ( nella foto il suo funerale ) stava festeggiando il suo compleanno a Foz do Iguaçu, nello stato di Paraná, quando Guaranho è entrato nel luogo dell’evento”, scrive la Folha de S.Paulo . “C’è stato un diverbio ed entrambi hanno aperto il fuoco. Guaranho è sopravvissuto ed è ricoverato in terapia intensiva”. La morte di Arruda mostra quanto sia teso il clima politico in vista delle elezioni presidenziali di ottobre.

Questo articolo è uscito sul numero 1469 di Internazionale, a pagina 37. Compra questo numero | Abbonati