Il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato la formazione del nuovo governo

Il partito di sinistra Syriza ha vinto le elezioni, ma per ottenere la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento ha dovuto allearsi con il partito conservatore dei Greci indipendenti

Chi sono i ministri più importanti del nuovo governo greco

27 gennaio 2015 18:38

Il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato la formazione del nuovo governo. Chi ricopre gli incarichi più importanti e quali relazioni hanno con il partito Syriza:

  • Il ministro delle finanze Yanis Varoufakis è un economista greco-australiano. Ha studiato nel Regno Unito e ha insegnato in Australia, Grecia e Stati Uniti. Durante la campagna elettorale si è scagliato contro le politiche di austerità e il piano di salvataggio imposto al paese dalla Commissione europea, dal Fondo monetario e dalla Banca centrale europea. È autore dei libri sulla crisi globale ed europea fra cui The Globalizing Wall e The Global Minotaur, in cui paragona il ruolo dell’economia statunitense nei confronti del resto del mondo alla figura del minotauro che sbranava coloro che finivano nel labirinto.
  • Il ministro degli esteri Nikos Kotzias ha lavorato come ricercatore e ha insegnato nelle università di Harvard e Oxford. Attualmente è professore di “Teorie politiche di studi internazionali ed europei” all’università del Pireo. Nel 2008 è stato consulente del ministero degli esteri greco, dove ha partecipato e diretto una serie di gruppi di ricerca, pianificazione e progettazione.
  • Il ministro dell’economia, della marina, delle infrastrutture e del turismo è Giorgos Stathakis. Nato nel 1954, è un veterano della scena politica greca. Prima di entrare nel partito di Tsipras ha militato nel partito comunista (Kke). Professore all’università di Creta, è uno dei maggiori analisti ed esperti di economia dentro Syriza.
  • Nikos Voutsis è il ministro dell’interno. Ingegnere civile, è in parlamento dal 2012, quando è stato eletto con Syriza. Fino al 1986 era nella segreteria del Partito comunista greco (Kke). Nel 1993 è entrato nella Coalizione della sinistra, dei movimenti e dell’ecologia (Synaspismos), dove fino al 2012 ha fatto parte della segreteria.
  • Il ministro della difesa è Panos Kammenos, leader dei Greci indipendenti con cui Syriza ha stretto un accordo per avere la maggioranza in parlamento. Kammenos ha studiato economia all’università di Lione in Francia. È stato vice presidente della commissione per gli affari politici e la sicurezza dell’Osce (2002-2003). Come parlamentare si è occupato di sicurezza nazionale, e di corruzione e trasparenza. Nel 2012 ha lasciato il partito Nea demokratia per fondare i Greci indipendenti.
  • Maria Kollias è la sottosegretaria alla Macedonia e alla Tracia, un’altra concessione ai Greci indipendenti, da sempre contrari all’uso del termine Macedonia per indicare il paese dell’ex Jugoslavia indipendente dal 1991. In parlamento dal 2000, tra il 2004 e il 2007 ha ricoperto la carica di presidente della commissione permanente per la parità e i diritti umani.

Kathimerini, Ansa

pubblicità

Articolo successivo

Nel mondo di Hugo Pratt
Francesco Boille