04 aprile 2015 16:03

I familiari delle vittime dell’attacco al campus universitario di Garissa, in Kenya, vengono assistiti dagli operatori della Croce rossa nella capitale Nairobi. Sono ancora molte le vittime che devono essere identificate. Si tratta soprattutto di studenti provenienti da altre zone del paese. Secondo l’ultimo bilancio, le vittime del commando del gruppo jihadista Al Shabaab sono 148, ma il numero potrebbe crescere, perché molti studenti sono ancora dispersi.

Gli operatori della Croce rossa Anirobi parlano con i familiari dei sopravvissuti all’attacco al campus di Garissa. (Thomas Mukoya, Reuters/Contrasto)
Gli operatori della Croce Rossa a Nairobi compilano la lista degli studenti sopravvissuti all’attacco al campus di Garissa. (Thomas Mukoya, Reuters/Contrasto)
La familiare di una delle vittime dell’attacco al campus di Garissa viene assistita da un’operatrice della Croce rossa, a Nairobi. (Thomas Mukoya, Reuters/Contrasto)