05 giugno 2015 18:55

L’accordo tra la Grecia e i suoi creditori è “più vicino che mai” nonostante le divergenze e le condizioni “assurde” poste ad Atene dall’Unione europea e dal Fondo monetario internazionale. L’ha dichiarato il premier greco, Alexis Tsipras, durante un discorso di fronte al parlamento greco.

“Il tempo non sta scadendo solo per noi, sta scadendo per tutti”, ha aggiunto Tsipras, che ha chiesto ai creditori di “non umiliare” la Grecia. Atene, ha dichiarato il premier, non accetterà alcun accordo con i creditori che non includa un alleggerimento del debito greco.